Pensioni: entro fine anno l’INPS darà la data

Entro fine anno arriveranno ben 1 milione di buste arancioni contenenti i calcoli delle varie pensioni in base ai contributi versati.

Si parla dell’arrivo di circa un milione di buste arancione che hanno al loro interno tutti i calcoli sulla propria pensione in base ai contributi versati. Questo è quanto viene annunciato dall’ INPS in seguito alla Riforma Pensioni.

Pensioni e cosa c’è da saperePensioni: entro fine anno l’INPS darà la data

Con tutte le novità riguardanti la riforma delle pensioni, tra cui quota 100 in primis, diviene sempre più importante utilizzare nel miglior modo gli strumenti esistenti di cui disponiamo per stabilire quale opzione conviene maggiormente rispetto alle altre. La prima cosa da fare in merito, dunque è quella di calcolare la propria pensione futura. Detto questo ci pensa l’INPS che va incontro alle esigenze degli assistititi spedendo loro entro fine anno ben circa 1 milione di buste arancioni, che contengono al loro interno la simulazione dell’importo della pensione futura in base ai versamenti effettuati.
A fare l’annuncio è direttamente il presidente dell’Istituto, Tito Boeri, che ha anche fornito i dati sull’utilizzo dello strumento online La mia pensione, un modo che consente appunto di conoscere in anticipo l’importo presunto del proprio assegno previdenziale. A livello di numeri si può dire che sono state effettuate 16,4 milioni di simulazioni da parte di 5 milioni di contribuenti, soprattutto lavoratori con più di 50 anni.
Il presidente dell’INPS Boeri ha sottolineato come, al di là delle riforme in preparazione, che non ancora sono state confermate, è «fondamentale dare a tutti le informazioni il più possibile accurate per poter fare queste scelte».

La quota 100

In vista c’è anche la quota 100 disponibile dal 2019 in base a quanto prevede la Legge di Bilancio. Si potrà accedere soltanto se si hanno 62 anni di età e 38 anni di contributi. Il testo della norma sarà contenuto in uno specifico provvedimento normativo, separato dalla manovra economica, che si limita a finanziare la misura.

Katia Russo

Sono Katia, ho 21 anni e sono una studentessa di Lettere Moderne. Fin da piccola la scrittura e la lettura mi hanno sempre affascinato, e crescendo, ho iniziato ad interessarmi di cinema e di arte. Sono una grande curiosona e mi piace trasmettere qualsiasi informazione utile.