Pensioni lavori usuranti: quanti anni di lavoro usurante occorrono per il riconoscimento

Quanti anno occorrono perchè il lavoro usurante sia riconosciuto per l’accesso alla pensione?

Per i lavoratori usuranti sono previste diverse misura di pensionamento anticipato, tra cui ricordiamo la quota 41, l’ape sociale e la quota 96,7 riservata esclusivamente ai lavoratori usuranti. Per poter accedere a queste forme di prepensionamento, però non basta svolgere un lavoro usurante, ma è necessario che quest’ultimo sia riconosciuto. Una nostra lettrice ci chiede: Buogiorno mi complimento per la chiarezza dei vostri articoli, il sistema pensionistico in Italia e’ difficile da capire anche per gli addetti al lavoro… ne approfitto per richiedere un vostro parere, qualora possibile, mio marito e’ un artigiano panettiere dal 1990 ad oggi, vanta 55 anni di eta’ e 30 anni circa  di contributi come artigiano… qualora fosse assunto nei prossimi cinque anni come dipendente notturno nel suo panificio potrebbe accedere alla pensione per lavori usuranti?grazie mille.
 

Lavoro usurante e riconoscimento

Purtroppo non basta lavorare un anno, due o 5 anni come lavoratore usurante per poter fruire dei benefici dedicati a questa categoria di lavoratori che svolge mansioni che creano un’usura maggiore del fisico, della mente o che espongono a rischi più alti di malattie.

Il lavoro usurante, infatti, viene riconosciuto solo qualora sia stato svolto almeno 7 anni nei 10 anni che precedono la domanda di pensione o per almeno la metà della vita lavorativa.

Per accedere alla pensione riservata ai lavoratori usuranti, quindi, suo marito se assunto adesso come notturno dovrebbe lavorare almeno 7 anni per il riconoscimento. In ogni caso per accedere alla quota 96,7 sono necessari 61 anni e 7 mesi di età ed almeno 35 anni di contributi: fra 5 anni suo marito non riuscirebbe a soddisfare tali requisiti che, però, potrebbe soddisfare (compreso il riconoscimento del lavoro usurante) a 62 anni di età con 37 anni di contributi.


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp
Per una risposta dei nostri esperti scrivi a consulenze@notizieora.it
I nostri esperti risponderanno alle domande in base alla loro rilevanza e all'originalità del quesito, rispetto alle risposte già inserite in archivio.

Patrizia Del Pidio

Giornalista pubblicista, oltre ad essere proprietaria e autrice presso Notizieora.it, collaboro da anni con la testata Orizzontescuola.it. Scrivere è da sempre la mia passione e farlo come professione è stata la realizzazione di un sogno. Esperta di fiscalità e pensioni mi piace rispondere ai quesiti che i miei lettori quotidianamente mi inviano per fare in modo che, nel mio piccolo, la burocrazia possa essere più facile e alla portata di tutti.