Pensioni oggi penalizzazioni in prossima riforma: gli esclusi

Pensioni oggi e penalizzazioni nella flessibilità a 62 anni: attenzione non per tutti il taglio dell’assegno. Ipotesi Damiano.

Pensioni oggi penalizzazioni: con la scadenza della quota 100 il 31 dicembre 2021 si prospetta uno scalone che porterebbe il pensionamento a richiedere 5 anni in più. Le ipotesi messe in campo dalle varie forze politiche e dalle parti sociali sono molteplici ma alcune prevedono delle penalizzazioni. In questo articoli ci concentreremo su quelle previste dalla proposta di Cesare Damiano.

Pensioni oggi penalizzazioni per chi?

Come abbiamo detto le pensioni oggi sembrano essere abbastanza a rischio in vista della scadenza della quota 100.

Con l’emergenza sanitaria, tra le altre cose, si sono interrotte le pensioni news riguardanti il tavolo di confronto intavolato tra governo e sindacati che, a breve, dovrebbe riprendere.

Le proposte messe in campo per sostituire la quota 100 hanno molte variabili tra le quali ricordiamo la quota 100 rivisitata che dovrebbe prevedere 64 anni di età e 36 anni di contributi con penalizzazione, la possibilità di uscire con 62 anni di età ma con pensione contributiva, la quota 102 con 64 anni di età e 38 anni di contributi.

La costante di tutte le misure proposte sembra essere quella delle penalizzazioni. A tal riguardo appare interessante esaminare la proposta avanzata da Cesare Damiano sull’applicazione delle penalizzazione con l’esclusione di alcune categorie di lavoratori.

Pensioni oggi e superamento quota 100: Cesare Damiano auspica la possibilità di flessibilità a 62 anni applicando penalizzazioni per coloro che svolgono attività normali. Per questi lavoratori l’anticipo pensionistico avrà certamente un costo in base a quanto ipotizzato dall’ex ministro del Lavoro che potrebbe essere nella misura del 2% per ogni anno di anticipo (ma rispetto a cosa? ai 67 anni? Perchè in questo caso chi anticiperebbe l’uscita a 62 anni avrebbe una penalizzazione sull’assegno pensionistico del 10%. E quanto durerebbe la penalizzazione per sempre o solo fino al compimento dei 67 anni di età? Domande cui servirebbe dare una risposta).

Ma le penalizzazioni non sarebbero applicate a tutti: per lavoratori usuranti, addetti alle mansioni gravose o in caso di esposizione a rischio contagio le penalizzazioni non verrebbero applicate. L’idea di Damiano è quella di poter rendere strutturale sia la quota 41 per tutti senza paletti che la flessibilità a 62 anni con e senza penalizzazioni.

Ovviamente, come detto fin dall’inizio, si tratta soltanto di ipotesi che devono essere passate al vaglio. Non ci resta che attendere le future novità al riguardo.


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp

Patrizia Del Pidio

Giornalista pubblicista, oltre ad essere proprietaria e autrice presso Notizieora.it, collaboro da anni con la testata Orizzontescuola.it. Scrivere è da sempre la mia passione e farlo come professione è stata la realizzazione di un sogno. Esperta di fiscalità e pensioni mi piace rispondere ai quesiti che i miei lettori quotidianamente mi inviano per fare in modo che, nel mio piccolo, la burocrazia possa essere più facile e alla portata di tutti.