Pensioni scuola: in attesa del Miur le opzioni per uscire dal lavoro

Pensione scuola, dopo il periodo estivo si incomincia a riflettere sulle possibilità di uscita nell’attesa della circolare del Miur, ecco tutte le alternative e le date a chi fare attenzione.

La riapertura delle scuole è fissata il 14 settembre 2020 come comunicato dal Ministero dell’Istruzione. Una data che fa molto discutere e che crea incertezze. Molti insegnanti hanno approfittato del riposo estivo per verificare le loro posizioni contributive in attesa che il Miur pubblichi la circolare con le date per poter inviare le dimissioni nel comparto scuola. La circolare contiene la data di scadenza per la presentazione delle domande di dimissioni volontarie dal servizio, di solito la circolare è pubblicata tra fine novembre e inizio dicembre. 

Pensione e domande di cessazione dal servizio

Le domande di cessazione dal servizio hanno un iter di presentazione preciso, nello specifico devono essere presentate secondo le seguenti modalità:

utilizzano la procedura web Polis al servizio “istanze online”:  il personale docente, il personale Dirigente Scolastico, il personale ATA di ruolo, il personale educativo; 

possono presentare l’istanza anche in modalità cartacea: il personale in servizio all’estero; 

infine possono presentare l’istanza in modalità cartacea anche le province di Bolzano, Trento e Aosta, alla sede di titolarità.

Pensioni 2020: tutte le misure pensionistiche

Cosa bisogna indicare nella domanda

Nel compilare la domanda bisogna indicare la volontà di cessare comunque il rapporto di lavoro o rimanere in servizio, nel caso sia stata accertata la mancanza dei requisiti. 

Precisiamo che chi ha maturato il diritto alla pensione, oltre alla procedura di dimissione, deve inoltrare domanda telematica all’Inps. La procedura e le scadenze saranno inserite nella circolare del Miur. 

Le possibilità per accedere alla pensione

Analizziamo in breve quali sono le possibilità per i dipendenti del comparto scuola per accedere alla pensione presenti nel pacchetto pensioni news

Pensione di vecchiaia

Requisiti: 67 anni di età entro il 31 dicembre 2021 e 20 anni di contributi entro il 31 agosto 2021.

Pensione anticipata

Requisiti donne: 41 anni e 10 mesi di contributi entro il 31 dicembre 2021; per gli uomini 42 anni e 10 mesi entro il 31 dicembre 2021.

Pensione Quota 100

Requisiti: 62 anni di età e 38 anni di contributi al 31 dicembre 2021. 

Opzione donna

Requisiti: donne con 58 anni e 35 anni di contributi, entrambi i requisiti maturati al 31 dicembre 2019. Nel pubblico impiego i 35 anni di contributi si intendono raggiunti con 34 anni, 11 mesi e 16 giorni di contribuzione, l’assegno è calcolato interamente con il sistema contributivo. 


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp

Angelina Tortora

Giornalista pubblicista, amministratore e autrice presso Notizieora.it. Ragioniera commercialista e revisore legale iscritta all'albo. Ha collaborato per molti anni con il Caf Tutela Fiscale e con la testata Investireoggi.it area Fisco e previdenza. Scrivere è passione, è vita, mi accompagna da quando ero bambina. Attraverso la scrittura posso comunicare notizie, idee e soprattutto aiutare gli altri. In un mondo dove tutto va all’incontrario, e dove tutto è confusione, il mio obiettivo è quello di diffondere notizie che aiutino. NotizieOra rappresenta la realizzazione di un sogno, dove esprimersi è libertà, è passione. “Solo attraverso la scrittura possiamo avere notizia di uomini che ci hanno preceduto e scoprire in cosa si sono distinti. E, come i classici insegnano, se si ha memoria di qualcuno, se ne protrae l’esistenza.”