Andare in pensione con 35 anni di contributi, quali possibilità

-
05/06/2020

Andare in pensione con 35 anni di contributi, quali possibilità ci sono? Rispondiamo a questa domanda analizzando i vari fattori richiesti.

Andare in pensione con 35 anni di contributi, quali possibilità

Andare in pensione con 35 anni di contributi non è una cosa impossibile, ci sono alcune misure pensionistiche che lo prevedono, ma ci sono requisiti vincolanti. Analizziamo oggi una domanda di una nostra lettrice in base anche all’età richiesta, un requisito fondamentale in alcuni casi. Tutte le misure che tratteremo in quest’articolo fanno parte delle pensioni news in vigore nel 2020.

Andare in pensione con 35 anni di contributi: il caso

Buongiorno a tutti,

 lavoro nella Sanità (INFERMIERA PROFESSIONALE), ho 49 anni compiuti e 31 di lavoro (ho riscattato i tre anni di scuola Infermieri). NON faccio più notti o reperibilità e da 3 anni faccio il part time a 25 ore settimanali, orizzontale. Tutto questo perché ho avuto seri problemi con una malattia infiammatoria cronica x cui sono stata varie volte operata, e tale patologia mi impediva di lavorare normalmente, causa i gravi e persistenti dolori che mi accompagnavano QUOTIDIANAMENTE. Adesso, dopo l’ultimo intervento la qualità di vita è decisamente migliorata ma il corpo è “consumato” dalla precedente patologia.  Il mio lavoro è impegnativo( ANCHE  SE INTERESSANTE) e mi piace molto.(  lavoro al Dipartimento di Salute Mentale.)


Leggi anche: Bonus prima casa under 36: Isee, requisiti, scadenza e agevolazioni fiscali

Vorrei  capire quale sarebbe la prima data utile per andare in pensione…pensavo di tenere fino a 35 anni di lavoro….in questo caso, potrei già andare in pensione? E di quanto sarebbe decurtata?

Attualmente prendo circa 1350-1400 euro al mese.

Aspettando una Vostra risposta,

Vi ringrazio infinitamente per la Vostra attenzione.

Saluti

Patrizia 

Carissima Patrizia,

andare in pensione con 35 anni di contributi è possibile con l’opzione donna che prevede oltre al requisito contributivo, anche un requisito anagrafico di 58 anni di età per le lavoratrici dipendenti e 59 anni per le lavoratrici autonome. Il problema di questa misura è che dev’essere rinnovata ogni anno, è difficile ipotizzare adesso se verrà rinnovata fra 9 anni; il lasso di tempo è alto.

Lei ha solo 49 anni di età e le uniche misure che permettono il pensionamento a prescindere dell’età anagrafica sono la pensione quota 41 o la pensione anticipata.

Pensione quota 41

La pensione quota 41 è destinata ai lavoratori precoci, coloro che hanno iniziato a lavorare prima del compimento del diciannovesimo anno di età. La pensione anticipata quota 41 permette ai lavoratori precoci (almeno un anno di contributi prima dei diciannove anni) di accedere alla pensione con 41 anni di contributi a prescindere dall’età anagrafica; inoltre, devono appartenere ad una delle seguenti categorie: disoccupati che hanno terminato la fruizione della Naspi da almeno tre mesi; invalidi con una percentuale superiore al 74%; Caregiver; lavoro usuranti o gravosi.

Questa misura non ha scadenza, ma bisogna comunque arrivare a 41 anni di contributi e nel suo caso sono altri 10 anni di lavoro.

Pensione anticipata

La pensione anticipata prevede per le donne un requisito di  41 e 10 mesi di contributi e per gli uomini 42 e 10 mesi;  senza nessun altro requisito, solo con il requisito contributivo.


Potrebbe interessarti: Pensioni 2022, l’idea della doppia uscita anticipata dai 63 anni

Pensionamento infermieri professionali

Gli infermieri professionali che esercitano l’attività di libero professionali e quindi, iscritti all’ENPAPI possono accedere alla pensione di vecchiaia con i seguenti requisiti:

  • 65 anni d’età e almeno 5 anni di contributi
  • 57 anni d’età e almeno 40 anni di contributi

Oltre alla pensione di vecchiaia, possono richiedere altre  prestazioni come l’assegno di invalidità, la pensione di inabilità e la pensione di reversibilità.

In atto una nuova riforma pensioni che sicuramente porterà delle novità al sistema previdenziale, al momento conviene attendere