Contributi per pensione: come sapere quanti ne hai maturati?

-
29/05/2020

Come conoscere il proprio estratto conto contributivo e sapere quanti anni si sono versati e quanto manca alla pensione? Scopriamolo.

Contributi per pensione: come sapere quanti ne hai maturati?

A cosa serve controllare i contributi versati? Innanzitutto è un modo per tenere sotto controllo il proprio montate contributivo, capire se si è raggiunto il diritto ad una pensione o quanto manca per raggiungerlo. Un lettrice chiede: Sono nata il 21/06/1964 come posso fare per avere in visione i miei contributi?

Contributi per pensione, tenerli sotto controllo

Poter controllare il proprio estratto conto contributivo negli ultimi anno è diventata un’esigenza sempre più impellente per i lavoratori, anche a causa del sopravvento che sta prendendo il sistema contributivo su quello retributivo: chi ha iniziato a lavorare dopo il1 gennaio 1996, infatti, vedrà la sua pensione calcolata sul totale dei contributi versati e non , come accade con il sistema retributivo, sugli stipendi ricevuti (che si presuppone a fine carriera siano più elevati).

Ma come fare per sapere quanti contributi sono stati versati e quanti ne sono presenti sull’estratto conto contributivo? E’ bene sapere che sul sito dell’INPS è disponibile per tutti gli iscritti all’AGO, alla Gestione Separata e alla Gestione dipendenti pubblici.

L’estratto conto contributivo può essere controllato sul sito dell’INPS per chi è in possesso del PIN INPS (per chi non ne fosse in possesso ecco come richiederlo).

Una volta in possesso del PIN INPS è necessario accedere al sito istituzionale dell’istituto e scegliere la sezione “Servizi per il cittadino”. A questo punto è necessario scegliere “Fascicolo previdenziale del cittadino” e nella pagina web che appare scegliere prima “Posizione assicurativa” e poi “Estratto conto”.

A questo punto si potranno consultare tutti i contributi versati nel corso della propria carriera suddivisi per anno e per datore di lavoro. I contributi versati nelle diverse gestioni, in ogni caso, saranno suddivisi per pagine diverse.


Leggi anche: Spid, l’Agenzia delle Entrate rottama le password dall1/10

E’ possibile stampare il proprio estratto conto contributivo o controllarlo direttamente online. Se ci si accorge che alcuni contributi non risultano, inoltre, sarà possibile anche segnalare la cosa all’INPS per conoscere la natura del problema ed, eventualmente, risolverlo.