Età pensionabile: quando è possibile l’anticipo a 59 anni?

-
30/04/2020

Età pensionabile: ecco quanto si può accedere all’anticipo pensionistico con la RITA. Occorrono o 57 o 62 anni di età.

Età pensionabile: quando è possibile l’anticipo a 59 anni?

Centrare l’età pensionabile per accedere ad una qualsiasi forma pensionistica non sempre è facile. Soprattutto per chi ha un’età molto giovane e non moltissimi contributi. Una buona alternativa, che permette un buon anticipo sulla pensione è data dalla rendita integrativa temporanea anticipata che, ai titolari di fondo previdenziale complementare permette un anticipo di 5 o 10 anni rispetto all’età di accesso alle pensione di vecchiaia.

Età pensionabile. cosa spetta a 59 anni

Un nostro lettore ci scrive: Chiedo informazione posso rientrare avendo anni 59 con 28 anni di contributi come commerciante e avendo un fondo pensione da circa 20 anni applicando il metodo RITA?

La rendita integrativa temporanea anticipata, o RITA, richiede un età pensionabile variabile in caso di disoccupato o ancora occupato. Per chi è disoccupato da almeno 24 mesi, infatti, l’accesso è possibile all’età di 57 anni, per chi, invece, ancora svolge professione lavorativa, è consentito al compimento dei 62 anni.

Fermo restando che la RITA non richiede la cessazione dell’attività lavorativa vediamo come si deve procedere per poter avere la pensione con la rendita.

Premettiamo, innanzitutto che non si tratta di una vera e propria pensione ma piuttosto di una rendita prodotta con il fondo complementare. A erogare le rendita, infatti, non è l’INPS ma il fondo pensione di cui il richiedente è titolare. Proprio per questo motivo non è richiesto che si cessi l’attività lavorativa.


Leggi anche: Whatsapp dal 2021 smetterà di funzionare su questi cellulari

Nel suo caso, che non specifica la condizione di lavoro (in attività o no?) le posso dire che se ha chiuso la sua attività di commercio da almeno 2 anni potrebbe accedere alla RITA fin da subito mentre se ancora esercita l’attività (o l’ha interrotta da poco) dovrà attendere o di compiere i 62 anni o, in alternativa che risulti disoccupato da almeno 24 mesi. Solo in base alla sua attività, infatti, può determinare l’età pensionabile per la RITA.

Deve, poi, informarsi presso il suo fondo previdenziale complementare se quello da lei sottoscritto prevede la possibilità della pensione con la RITA e potrà anche richiedere una sorta di simulazione per capire quale importo le spetterebbe mensilmente fino alle pensione di vecchiaia.