Fondo pensione aperto per accedere alla pensione anticipata, cosa significa

-
22/05/2020

Fondo pensione aperto cosa significa e perchè permette il pensionamento anticipato, tutti i chiarimenti.

Fondo pensione aperto per accedere alla pensione anticipata, cosa significa

Il fondo pensione aperto, chiamato anche FPA fa parte della previdenza complementare ed entra nelle pensioni news del 2020. Scopriamo perché conviene sottoscrivere un fondo di pensione aperto e quali vantaggi ci sono a livello pensionistico.

Fondo pensione aperto quando conviene

L’adesione al fondo pensione aperto può avvenire in forma individuale o se il regolamento al fondo lo prevede anche in forma collettiva.

Nella forma collettiva l’azienda deve stipulare un accordo tra fondo e azienda, con le modalità e termini di contribuzione di tutti gli aderenti.

I fondi aperti sono creati dalle assicurazioni, banche, istituti di credito, Sgr e Sim e collocati presso il pubblico. Anche i fondi pensione di Poste Italiane  costituiscono uno strumento di previdenza complementare.

Cosa significa fondo pensione aperto, in poche parole, si tratta di un fondo a contribuzione definitiva, quindi, le prestazioni non sono determinate a priori ma dipendono dai contributi versati. I fattori sono tanti e dipendono molto dal regime fiscale applicabile e dal rendimento degli strumenti finanziari.

I Fondi pensione sono deducibili

Per coloro che aderiscono ai fondi pensione aperti, hanno diritto alle agevolazioni fiscali. I contributi versati nel fondo pensione sono deducibili nel modello 730 o Redditi relativo all’anno di versamento, sono deducibili dalle imposte fino a soglia massima di euro 5.164,57.

Chi controlla i fondi?

A controllare e vigilare sulla regolare amministrazione dei fondi è la COVIP (Commissione di vigilanza sui Fondi Pensione), con massima trasparenza e prudenza.

La Covip nel 2018 ha pubblicato una circolare che immetteva nel sistema previdenziale una nuova misura pensionistica con l’anticipo dell’età pensionabile di 5 o 10 anni a seconda della categoria del lavoratore: se dipendente o inoccupato da lungo periodo; di percepire una rendita del montante accumulato nel fondo fino al raggiungimento del requisito anagrafico richiesto per la pensione di vecchiaia. Una misura innovativa e che sembra rientrerà con fondi ad hoc nella nuova riforma pensione 2021.