Pensione ai superstiti: gli ANF spettano a determinate condizioni, ecco quali

-
10/08/2020

Pensione ai superstiti, spettano gli assegni familiari in base al reddito del superstite. Non tutti sanno che possono fare domanda, ecco tutte le indicazioni.

Pensione ai superstiti: gli ANF spettano a determinate condizioni, ecco quali

Gli assegni nucleo familiare (ANF) sono riconosciuti ai titolari di rapporto di lavoro dipendente o titolari di pensione, e rappresentano un sostegno per le famiglie. Sono riconosciuti in base alle fasce di reddito stabilite dall’ente previdenziale Inps. Non tutti sanno che questo beneficio può essere richiesto anche ai titolari di pensione ai superstiti a determinate condizioni e fa parte delle pensioni news

Pensioni ai superstiti e assegni nucleo familiare

A differenza della normale corresponsione degli ANF per il nucleo familiare, per il riconoscimento degli assegni familiare per i percettori di pensione ai superstiti, l’Inps si è orientato in base alla sentenza della Cassazione Civile numero 7668/1996. La sentenza chiarisce che il nucleo familiare può essere composto anche  da una sola persona affetto da infermità o menomazione, che abbia un’età inferiore  a diciotto anni, e si trovi nell’assoluta e permanente impossibilità a lavorare (circolare Inps 98/1998). Sono esclusi, i titolari di pensione ai superstiti corrisposte in base alle gestioni dei lavoratori dipendente sia del settore privato (ex-Enpals, telefonisti, FPLD, elettricisti, ecc.) che il settore pubblico ex inpdap, sono esclusi solo i titolari di pensione per superstiti per i fondi speciali lavoratori autonomi (artigiani, coltivatori diretti, commercianti, ecc.) che beneficiano della quota di maggiorazione per i familiare a carico. 


Leggi anche: Pace fiscale 2021, il governo punta al decreto Sostegno: dalla proroga della rottamazione ter al saldo e stralcio, fino alla cancellazione dei debiti da 5mila euro

Importo ANF in base al reddito 

L’Importo dell’assegno nucleo familiare (ANF) varia in base al reddito del superstite. Dal 1° luglio 2020 l’assegno ANF è pari a euro 52,91 al mese se il reddito del superstite non supera il valore annuo di euro 28.659,43; scende a euro 5,59 euro se il reddito non supera la soglia di euro 32.148,87 euro; non spetta nessuno assegno se il reddito supera la soglia di euro 32.148,87. 

È possibile consultare la tabella n. 19 inserita nella circolare Inps numero 60 del 21 maggio 2020.

Nella soglia di reddito sono compresi tutti i redditi imponibili ai fini Irpef e i redditi percepiti per qualsiasi natura, anche i redditi esenti dalle imposte o quelli soggetti a ritenuta alla fonte per un importo superiore a 1.032,91 euro. Sono escluse dal reddito per gli ANF i redditi derivanti dall’indennità di accompagnamento, pensioni privilegiate ordinarie e pensioni di guerra