Pensione anticipata con contributi figurativi: si prendono meno soldi?

-
30/06/2020

Pensione anticipata con contributi figurativi, come incidono sul pensionamento e sulle varie misure assistenziali, ecco alcuni chiarimenti.

Pensione anticipata con contributi figurativi: si prendono meno soldi?

La pensione anticipata permette di uscire dal lavoro o per coloro che un lavoro lo hanno perso di poter accedere alla pensione prima dell’età pensionabile. La pensione anticipata è possibile esistono molte misure di pensioni news in vigore nel 2020 che lo permettono. Molto importante è il montante contributivo accumulato nel tempo, spesso la discontinuità è dovuta dalla perdita del lavoro e in quel caso è possibile percepire un assegno coperto da una contribuzione figurativa valida ai fini pensionistiche ma non per tutte le pensioni.

Pensione anticipata e contributi figurativi

I contributi figurativi poiché non sono versati dal lavoratore o dal datore di lavoro, sono considerati una sorta di copertura fittizia. Contributi derivanti dalla sospensione forzata dal lavoro per licenziamento, coperti per la fruizione dell’indennità di disoccupazione;

periodi di cassa integrazione;

periodi di mobilità;

servizio militare;

malattia e infortunio.

Gravidanza e puerperio;

maternità;

malattia tubercolare;

donazione del sangue;

aspettativa per funzioni pubbliche.

I contributi figurativi sono utili a tutti gli effetti e concorrono a determinare sia il diritto che la misura della pensione, tuttavia, non mancano le eccezioni in cui hanno un valore limitato. Vengono considerati sono ai fini del diritto e non della misura.

Pensione e calcolo

In alcune forme pensionistiche come l’Opzione donna i contributi figurati per l’indennità Naspi non sono considerati e non hanno nessun valore. Il calcolo della pensione a seconda il sistema: retributivo, contributivo o misto, stabilisce il valore dell’assegno. Tutto si basa sul fattore temporale in cui vengono versati i contributi se prima o dopo una certa data. È possibile consultare qui i diversi sistemi: retributivo, contributivo e misto.


Leggi anche: Pensione di reversibilità e convivenza: indispensabile l’unione civile

Domanda di un lettore

Un lettore ci ha inviato la seguente mail:

Buonasera,
Ho 60 anni e 31 anni di contributi e 2 figurativi.
Ho preso la naspi che è terminata a novembre 2019
Non ho ancora trovato un lavoro.
Posso chiedere la pensione anticipata o chiedere qualche
sostegno?
Vivo a casa con mio padre.
Ho una figlia di 24 anni e non sono sposata.
Grazie.
B.M.

Al momento con i requisiti che ha non può accedere a nessuna forma pensionistica, l’unica misura che permette l’anticipo circa dieci anni prima è la Rendita Integrativa Temporanea Anticipata, ma bisogna aver versato almeno cinque anni in un fondo pensione, La domanda deve essere inoltrata direttamente al fondo di appartenenza e non all’Inps. Le lascio qui una articolo guida dove troverà tutte le informazioni: Pensione anticipata con la rendita a 57 e 62 anni e 20 di contributi

Poi ci sono varie deroghe che permettono l’accesso da 64 anni in poi, anche in questo caso i requisiti sono stringenti, trova qui le varie possibilità:

Le consiglio di verificare il suo estratto contributivo, può rivolgersi ad un patronato, per vedere se può rientrare in una delle misure descritte.

In riferimento alla possibilità di poter fruire di qualche indennità, può verificare se rientra o nel Reddito di cittadinanza o nel reddito di emergenza.