Pensione anticipata nel 2020: domande bloccate, cosa sta succedendo?

-
25/05/2020

Pensione anticipata nel 2020: la domanda presentata per ben due volte e l’Inps non risponde, nemmeno con sollecito di un avvocato, cosa sta succedendo? Scopriamolo insieme

Pensione anticipata nel 2020: domande bloccate, cosa sta succedendo?

Un lettore ci ha scritto che ha presentato domanda di pensione anticipata per ben due misure pensionistiche ma l’Inps non risponde e non sa più cosa fare. Ultimamente, molte le mail che ci sono pervenute per lo stesso problema: ‘la domanda di pensione risulta in lavorazione da molto tempo’. Giustamente, tutti ci chiedono cosa fare per sbloccare la situazione. La pensione anticipata fa parte delle pensioni news nel 2020 e si presenta con varie forme pensionistiche: Quota 100; pensione contributiva; pensione anticipata solo con l’anzianità contributiva.

Pensione anticipata nel 2020: perchè l’Inps non risponde?

Buongiorno,  sono  nato ad ottobre  1957, ex  dipendente ministero  grazia  e  giustizia    arruolato  il  10  01  1977     e  destituito il 28 luglio 2006   con  35  anni  8 mesi  e  13 giorni  utili ai fini pensionistici  ho fatto  domanda   di pensione  in base  a  circolare  INPS   e  circolari  forze  di polizia  all’ età  di  58 anni  chiedendo  come  dice la  circolare   57 anni  e  35  di contributi per le  forze  di polizia. L’INPS  ancora  deve rispondere,  poi  ho  fatto  domanda  all’ età  di  60 anni     e  20  anni  di  contributi    nessuna  risposta,  e quindi  non  so  più  cosa  fare e  non  rispondono  neanche  a un mio legale  di  fiducia. Cosa  devo  fare,  adesso  l’ ape  sociale visto  che  i  63  anni  li compio a  ottobre  2020..  grazie  per  il  consiglio  che  mi  darete.


Leggi anche: Orari visite fiscali 2022 per dipendenti pubblici e privati

Pensione anticipata nel 2020: chiarimenti e risposta

La normativa prevede che i dipendenti della Polizia di Stato possono anticipare la pensione se hanno i seguenti requisiti di anzianità contributiva e di età anagrafica: 57 anni e 3 mesi di età e 35 anni di anzianità contributiva (art. 6, comma 1, del D.L. 30 aprile 1997, n 165). Il primo rateo pensionistico, si riceve trascorsi dodici mesi dalla data di maturazione dei requisiti.

Sull’argomento ti potrebbe interessare anche: Pensionamento anticipato per Forze Armate e Polizia con fondo pensione

Quindi, lei ha fatto domanda all’età di 58 anni, poi riferisce che ha fatto un’altra domanda a 60 anni; questo significa che sono passati due anni dalla prima domanda senza risposta da parte dell’Inps. Mi sembra un pò troppo, la domanda di pensionamento ha un iter lungo, ma è strano che non le sia arrivata risposta dell’esito. Le consiglio di contattare il patronato che le ha inoltrato la domanda due anni fa, o rivolgersi direttamente all’Inps per far controllare la domanda. Può darsi che la pratica è ancora in sospeso per mancanza di documenti. Non è la prima volta che l’Inps invia una richiesta di documenti e non viene evasa.

Per la seconda domanda, quella dei 60 anni, se la prima pratica è aperta è difficile che venga evasa la seconda.  A mio avviso, dovrebbe andare in fondo alla questione, se lei ha i requisiti richiesti e non ci sono altre particolarità che ne impediscono il conseguimento, l’Inps deve perfezionare la domanda. 

Scrive che la segue un avvocato a cui l’Inps non risponde, si consigli con lui e se ci sono i presupposti faccia presentare una diffida all’Inps. 

Spero che riesca, un caro saluto

Angelina Tortora