Pensione con 18 anni di contributi, le alternative ai 71 anni

-
26/08/2020

Quali sono le alternative di pensionamento per chi non raggiunge i 20 anni di contributi richiesti per accedere alla pensione di vecchiaia?

Pensione con 18 anni di contributi, le alternative ai 71 anni

In Italia la normativa in vigore prevede che per poter accedere al pensionamento è necessario maturare almeno 20 anni di contributi. In alcuni casi il pensionamento di vecchiaia è raggiungibile anche con meno di 20 anni di contributi grazie alle 3 deroghe di pensionamento contenute nella legge Amato del 1992 e alla pensione di vecchiaia contributiva prevista dalla Legge Dini del 1995. In ogni caso per pensionarsi con meno di 20 anni di contributi è necessario essere in possesso di specifici requisiti.

Pensione con 18 anni di contributi

Un lettore scrive per chiedere:

Buongiorno, ho 66 anni e soltanto 18 anni di contributi, tutti derivanti da lavoro e volontari. Infatti non ho nessun contributo figurativo. Nel 1990, perchè non riuscivo a trovare lavoro, chiesto autorizzazione al versamento dei contributi volontari e versai circa 18 mesi di contributi. Poi ho trovato lavoro ed ho sospeso i pagamenti. Ho letto da qualche parte che per chi ha versato i contributi volontari c’è possibilità di avere la pensione di vecchiaia anche se non si raggiungono i 20 anni di contributi? E’ vero? Posso andare in pensione il prossimo anno?


Leggi anche: Assegno invalidità (legge 222 del 12 giugno 1984)

Quello che ha letto, in parte è giusto. La seconda deroga Amato permette, infatti, il pensionamento con soli 15 anni di contributi, ma sempre al raggiungimento dei 67 anni di età, a chi ha ottenuto l’autorizzazione al versamento dei contributi volontari entro il 31 dicembre 1992. 

Non è importante che, poi, i contributivi volontari siano stati effettivamente versati o meno, importante è avere ottenuto l’autorizzazione al versamento entro la data indicata.

Nel suo caso, avendo ottenuto l’autorizzazione alla prosecuzione volontaria del versamento dei contributi prima della fine del 1992, sicuramente l’accesso alla pensione di vecchiaia con i 18 anni di contributi sarà concesso al compimento dell’età anagrafica necessaria per averne il diritto (che nel 2020/2021 è di 67 anni).

Per chi, invece, ha meno di 20 anni di contributi e non rientrando nelle 3 deroghe Amato non riesce ad accedere alla pensione di vecchiaia a 67 anni l’alternativa resta quella della pensione di vecchiaia contributiva che richiede soltanto un minimo di 5 anni di contributi maturati ed un età di 71 anni. In questo caso, però, tutti i contributi versati devono rientrare nel calcolo con sistema contributivo puro.