Pensione di reversibilità e modulo SS3: la documentazione necessaria

-
03/08/2020

Pensione di reversibilità e il certificato ss3 da presentare, quali documenti bisogna consegnare al medico di base per l’elaborazione? Alcuni chiarimenti utili

Pensione di reversibilità e modulo SS3: la documentazione necessaria

La pensione di reversibilità spetta ai superstiti nel caso il deceduto sia un pensionato. La pensione di reversibilità è rappresentata da una quota percepita e suddivisa fra i familiari superstiti. La pensione si reversibilità è attualmente in vigore e si tratta di una prestazione inclusa nelle pensioni news del 2020. 

Pensione di reversibilità e documenti richiesti

Per accedere alla pensione di reversibilità sono richiesti alcuni documenti da allegare alla domanda. In alcuni casi è richiesto il  certificato SS3 che attesti l’invalidità del richiedente, un lettore ci ha posto la seguente domanda: “Buonasera: ho chiamato il mio medico curante per richiedere un certificato ss3 per reversibilità per mia sorella, ma lui ha detto che vuole vedere la documentazione di tutti gli specialisti potrebbe darmi una spiegazione approfondita? Grazie”

Certificato SS3

Il medico di base o medico di famiglia, riveste una carica ben precisa. Si tratta del medico di assistenza primaria inserito nell’ambito del Servizio Sanitario Nazionale, è riveste la carica di ufficiale sanitario di primo livello; cioè colui che presta il primo livello di assistenza nel territorio. Ha lo scopo di tutelare la salute dei pazienti e garantire livelli essenziali di assistenza. 

Il modello SS3 richiesto al medico di base per l’integrazione della pensione di reversibilità ha una funzione importante.


Leggi anche: Pensione casalinghe INPS con almeno 57 anni: a chi spetta nel 2021, a che età ed a quanto ammonta 

Il modello SS3 in vigore dal 1° luglio 2012, consiste nel certificato medico introduttivo per la presentazione della richiesta di riconoscimento dell’invalidità pensionabile e di tutti i relativi benefici. Il medico di base lo deve compilare considerando l’anamnesi del paziente e specificando in modo chiaro le patologie invalidanti, in modo da dare un’informazione corretta e chiara a chi lo riceve. Il certificato compilato scrupolosamente dal medico di base dovrà essere inviato dallo stesso telematicamente all’Istituto. 

Il certificato SS3 è uno di quei certificati rilasciati a pagamento e il suo costo può variare in base alle tariffe mediche del territorio. 

Il medito per elaborare il certificato SS3 ha bisogno di tutta la documentazione medica del richiedente, cartelle mediche ospedaliere, recenti visite specialistiche, di tutte le patologie di cui è affetto il paziente. Quindi, la richiesta del medico è giusta e lei per avere il certificato deve presentare la documentazione medica di sua sorella al dottore. 

Per approfondire l’argomento sulla pensione di reversibilità, consigliamo di consultare la nostra guida: Pensione di reversibilità : cos’è il trattamento ai superstiti