Pensione di reversibilità e norma antibadanti: di cosa si tratta?

-
06/05/2020

Per regolare la pensione di reversibilità nel 2011 è stata introdotta quella che è stata definita la norma anti badanti per limitare i matrimoni tra persone con molti anni di differenza al solo scopo di ricevere in eredità la pensione di reversibilità.

Pensione di reversibilità e norma antibadanti: di cosa si tratta?

Molto spesso quando viene a mancare un percettore di reddito del nucleo familiare non è facilissimo andare avanti economicamente. Proprio per questo esiste la pensione di reversibilità, il trattamento ai superstiti che spetta ai familiari di un pensionato deceduto.

Pensione di reversibilità e norma anti badanti

Il primo beneficiario della pensione di reversibilità è il coniuge. Con il proliferare delle badanti che si prendono cura delle persone anziane, però, qualcosa non tornava e si è visto un aumento dei matrimoni contratti da giovani donne con gli uomini ultrasettantenni di cui si prendevano cura.

Per questo motivo nel 2011 è stata introdotta la legge numero 111 che fin da subito è stata definita la “norma anti badanti” che ha imposto dei correttivi alla titolarità della pensione di reversibilità allo scopo di fermare l’usanza delle badanti di sposare i propri assistiti per vedersi lasciare in eredità la pensione di reversibilità

In cosa consiste questa norma? Sono state fissate delle riduzioni alla pensione di reversibilità spettante qualora il matrimonio fosse tra una persona di almeno 70 anni con un’altra con differenza di età di almeno 20 anni.

Se, quindi, si sposa una persona di almeno 70 anni pur avendo con la stessa una differenza di età di almeno 70 anni ci sono delle riduzioni che potrebbero essere operate sulla pensione di reversibilità spettante al coniuge superstite.

Anche in caso di matrimonio tra due persone con differenza di età di almeno 20 anni con una delle due con almeno 70 anni se la durata del matrimonio è stata, prima del decesso, di almeno 10 anni la pensione di reversibilità spetta in forma intera.

Se, invece, il matrimonio dura meno di 10 anni  la pensione ai superstiti viene diminuita del 10% per ogni anno mancante ai 10 richiesti.

In caso, però, siano presenti figli studenti invalidi o minorenni la riduzione non si applica anche se il matrimonio è durato meno di 10 anni.

Norma antibadanti: alcuni esempi

Cerchiamo di capire come funziona la legge contro tali matrimoni:

Esempio 1:se una donna di 45 anni sposa un uomo di 70 (differenza di 25 anni tra i 2). Se l’uomo viene a mancare dopo 5 anni alla moglie spetta una pensione di reversibilità del 50% in meno rispetto alla quota spettante (al coniuge spetta il 60% e, quindi, in questo caso descritto spetterebbe solo il 30%)

Esempio 2:Se, invece, nello stesso caso, il coniuge viene a mancare dopo 12 anni di matrimonio la pensione di reversibilità spetta in forma intera.

Esempio 3:Nel caso  sempre di una donna di 45 anni che sposa un settantenne da cui, però, ha un figlio. Il marito viene a mancare dopo soli 3 anni di matrimonio. La riduzione non viene applicata perchè è presente un figlio minore e, quindi, la reversibilità spetta in forma intera.

Esempio 4: Una donna di 42 anni sposa un uoo di 69 anni che viene a mancare dopo 4 anni di matrimonio. La pensione di reversibilità spetta in forma intera perchè il matrimonio è stato celebrato prima del compimento dei 70 anni di uno dei due.