Pensione di vecchiaia anticipata per invalidità a 57 o 61 anni di età e contributi figurativi

-
06/07/2020

Pensione di vecchiaia anticipata per i soggetti con un’invalidità non inferiore all’80%, i requisiti richiesti e quanto incidono i contributi figurativi. Bisogna considerare anche le finestre mobili e l’accertamento medico presso gli uffici Inps.

Pensione di vecchiaia anticipata per invalidità a 57 o 61 anni di età e contributi figurativi

La pensione di vecchiaia anticipata è destinata ai soggetti invalidi con una percentuale non inferiore all’80% che prestano servizio presso aziende del settore privato. La pensione di vecchiaia anticipata, denominata anche pensione di invalidità,  fa parte delle pensione news e prevede determinati requisiti che devono essere valutati da una commissione medico legale, la quale anche in presenza di un’invalidità già accertata può esprimere un giudizio negativo. Analizziamo i requisiti richiesti rispondendo alla domanda di un lettore.

Pensione di vecchiaia anticipata per invalidità

Una lettrice ci ha posto la seguente domanda: “Buonasera, sono un’invalida all 80% lavoratrice dipendente privata da 19 anni. Tra breve verrò licenziata e andrò in Naspi. I due anni di contributi figurativi che percepirò saranno validi ai fini di raggiungere i 20 anni necessari per andare in pensione a 55 anni? Grazie ”

Pensione invalidità: requisiti e accertamento

Per poter accedere alla pensione di invalidità è richiesta una percentuale invalidante non inferiore all’80%, un’anzianità contributiva di 20 anni e un’età anagrafica diversa fra uomini e donne: 56 anni (donna) e 61 anni (uomo). 

Questa misura è soggetta all’adeguamento all’aspettativa di vita e al trattamento delle finestre mobili. Pertanto, per ottenere il primo rateo pensionistico bisognerà attendere dodici mesi. 


Leggi anche: Pensioni Pepp, c’è l’ok alla previdenza integrativa portabile in Europa

I contributi volontari sono validi al diritto ma non alla misura. Questo significa che le permetteranno di accedere alla pensione di invalidità ma non saranno considerati ai fini del calcolo.

Accertamento invalidità

L’accertamento dello stato di invalidità deve essere accertato dall’Inps. La commissione medica dell’Inps dovrà valutare il riconoscimento di invalidità già ottenuto, ma ha la facoltà di concedere  o meno la possibilità del pensionamento anticipato. 

Consulta quali sono le patologie invalidanti qui: Percentuale pensione invalidità e patologie invalidanti, benefici e agevolazioni

La pensione di vecchiaia anticipata per i lavoratori invalidi con una percentuale non inferiore all’80% riguarda solo i dipendenti del settore privato, in quanto i dipendenti del settore pubblico possono accedere, in caso di patologie alla pensione di inabilità