Pensione Opzione donna: posso fare domanda  con i requisiti maturati nel 2020?

-
14/06/2020

Pensione Opzione donna e possibilità di fare domanda con la proroga nel 2021, alcuni chiarimenti utili sulle dimissioni lavorative.

Pensione Opzione donna: posso fare domanda  con i requisiti maturati nel 2020?

Pensione Opzione donna e domanda nel 2020, quando si può fare? L’opzione donna è destinata alle lavoratrici dipendenti con 58 anni di età e autonome con 59 anni di età che hanno maturato un requisito contributivo di 35 anni; entrambi i requisiti devono essere maturati entro il 31 dicembre 2019. Chiamata anche pensione donna 2020 fa parte delle pensioni news che sono soggette a proroga, infatti, la scadenza di questa misura è il 31 dicembre 2020.

Pensione Opzione donna e domanda con la nuova proroga

Una lettrice ci chiede: Buongiorno, vorrei una delucidazione  a ottobre compirò 59 anni e 35 anni li ho maturati a fine maggio 2020. Se rinnovassero opzione donna quando potrei dare le dimissioni? Grazie Angela

Gentilissima Angela,

come sopra menzionato la pensione  donna è soggetta a proroga. Lei ha maturato i requisiti a maggio 2020, quindi, non può aderire all’Opzione donna nel 2020, ma dovrà attendere la proroga se sarà prevista nella riforma pensione 2021. Al momento non sono chiare le misure del governo  sulle possibile proroghe che riguardano: Opzione donna e Ape Sociale, bisogna attendere.

Bisogna precisare che questa misura prevede una finestra di 12 mesi per le lavoratrici dipendenti e 18 mesi per le lavoratrici autonome.

L’assegno è calcolato interamente con il sistema contributivo, per maggiori informazioni sul calcolo, consiglio di leggere: Simulazione calcolo pensione donna 2020


Leggi anche: Bonus casa 2022: proroga, agevolazioni e legge di bilancio

In questo periodo di finestra si può continuare a lavorare, quindi, le dimissioni devono basarsi anche su questo fattore temporale, tutto è legato alla proroga e alla modifica del fattore temporale per il perfezionamento dei requisiti. Solo quando la misura sarà ufficiale (pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale) lei potrà calcolare il tempo che le manca e presentare le dimissioni. Nel pubblico impiego di norma bisogna considerare sei mesi prima, per dare la possibilità di sostituire la mansione lavorativa con una nuova assunzione.