Pensioni: nuove date di settembre per pagamento anticipato, è ufficiale

-
21/08/2020

Pagamento pensioni mese di settembre 2020, l’Inps ha pubblicato il nuovo calendario, anche questo mese le pensioni si riscuoteranno in anticipo: ecco il calendario da rispettare.

Pensioni: nuove date di settembre per pagamento anticipato, è ufficiale

L’Inps ha pubblicato sul suo portale le date di pagamento anticipato delle pensioni di settembre. Anche questo mese al fine di consentire ai pensionati di ritirare la pensione in contanti presso gli uffici  postali in sicurezza e nell’osservanza delle misure di emergenza di contenimento della diffusione del coronavirus, anche per il mese di settembre è stato esteso l’anticipo secondo il calendario in ordine alfabetico di seguito riportato. 

Pensioni date di pagamento mese di settembre

Il pagamento delle pensioni per il mese di settembre sarà anticipato dal 26 agosto al 1° settembre, per permettere ai pensionati di recarsi presso gli uffici postali in sicurezza ed evitare assembramenti. 

L’Inps sul suo portale ha pubblicato le date ufficiali pubblicando una nota sul portale per i pensionati che percepiscono in contanti la pensione. 

Ecco il calendario pubblicato dall’Inps in base alle iniziali del cognome dei pensionati:

mercoledì 26 agosto cognome dalla lettera A  alla lettera B


Leggi anche: Whatsapp: ecco come nascondere l’immagine del proprio profilo a uno o più contatti

giovedì 27 agosto cognome dalla lettera C alla lettera D

venerdì 28 agosto cognome dalla lettera E alla lettera K

sabato 29 agosto cognome dalla lettera L alla lettera O

lunedì 31 agosto cognome dalla lettera P alla lettera R

martedì 1° settembre cognome dalla lettera S alla lettera Z

Accredito in conto della pensione

Chi è titolare di un libretto di risparmio, di un conto corrente postale (BancoPosta), di una Postepay Evolution, riceverà direttamente i soldi con accredito in conto senza bisogno di recarsi presso gli sportelli postali. 

Ti potrebbe interessare anche: Invalidi: incremento pensione e diritto agli arretrati, cosa fare per ottenerli

I soldi della pensione direttamente a casa consegnati dai carabinieri gratuitamente

Per i pensionati di età pari o superiore a settantacinque anni che riscuotono la pensione in contanti e non hanno delegato altri soggetti al ritiro della pensione presso gli sportelli postali, possono ricevere comodamente i soldi a casa, il servizio è gratuito.

Bisogna delegare al ritiro della pensione i Carabinieri, che indosseranno l’uniforme per compiere l’operazione di prelievo presso gli uffici postali e consegnarli al pensionato che ha provveduto alla delega. 


Potrebbe interessarti: Whatsapp dal 2021 smetterà di funzionare su questi cellulari