Pensioni: quota 41 ‘si diritto, se rientra tra gli ammessi’

-
25/06/2020

Pensioni: quota 41 con esito “si diritto, se rientra tra gli ammessi”cosa significa e quanto bisogna aspettare per avere l’esito della domanda.

Pensioni: quota 41 ‘si diritto, se rientra tra gli ammessi’

Tra le pensioni la quota 41 prevede l’accesso anticipato ai lavoratori precoci con 41 anni di contributi rientranti in una delle quattro tutele: lavoratore disoccupato che da tre mesi ha terminato la fruizione dell’indennità di disoccupazione; lavoratore caregiver da almeno sei mesi; lavoratore invalido con una percentuale dal 74%; lavoratore che svolge mansioni gravose e usuranti. La domanda per la quota 41 deve essere presentata entro il 1° marzo di ogni anno, può essere presentata anche successivamente ma non oltre il 30 novembre. Questa misura non ha scadenza e fa parte delle pensioni news del nostro sistema previdenziale.

Pensioni: quota 41 e si al diritto

Un lettore ci scrive: “Buongiorno, in data 7 gennaio ho presentato, tramite caf, verifica dei requisiti come lavoratore precoce (42 anni licenziato per giusta causa senza ammortizzatori sociali) e domanda di pensione. Il 13 di marzo mi rispondono per i requisiti: si diritto, se rientra negli ammessi. Ho provato a chiedere quando riceverò la risposta per la pensione ma mi hanno risposto che devo attendere la graduatoria. Nessuno però ha saputo dirmi, o ha voluto dirmi quanto tempo devo aspettare la graduatoria. Pertanto, sono a chiederle se si ha modo di sapere i tempi della graduatoria e si può sollecitare una risposta?Ringraziandola anticipatamente per la sua risposta le auguro una buona serata. 
Paolo. B.

Signor Paolo, purtroppo deve solo attendere, l’Inps sul suo portale ha chiarito che le domande presentate entro e non oltre il 30 novembre, saranno prese in considerazioni dall’ente in base all’anno di riferimento e nei limiti dello stanziamento annuale.


Leggi anche: Bonus 200 euro professionisti e partite Iva: via al click day

La risposta “si diritto, se rientra tra gli ammessi”, non è negativa, significa che l’ente ha preso in carico la sua domanda e dovrà valutare tutte le istanze presentate e a parità di condizioni privilegerà chi ha presentato la domanda in data precedente. Nel suo caso non ci dovrebbero essere problemi in quanto lei ha presentato la domanda il 7 gennaio.

Con il coronavirus i tempi si sono allungati, deve solo attendere, può inviare un sollecito attraverso il patronato che le ha inviato la pratica, oppure attraverso la mail, trova qui: cosa scrivere e come inviare un sollecito all’INPS