Posso andare in pensione con 52 anni di età e 33 anni di contributi?

-
25/08/2020

In pensione a 52 anni con 33 anni di contributi, quali possibilità nel 2020 considerando le misure che non richiedono il requisito anagrafico.

Posso andare in pensione con 52 anni di età e 33 anni di contributi?

Un lettore ci scrive: “Ho 33 anni di contributi continuo e ho 52 anni di eta posso andare in pensione”. Cerchiamo di rispondere a questa domanda considerando la giovane età del lettore per l’accesso alla pensione con una panoramica in breve delle misure inserite nelle pensioni news del 2020.

In pensione a 52 anni 

Le uniche misure che permettono l’accesso alla pensione a prescindere dall’età anagrafica del lavoratore sono la Quota 41 e la pensione anticipata, entrambe non hanno il requisito anagrafico ma hanno requisiti vincolanti. Esiste anche la possibilità di anticipare il pensionamento con i fondi pensione, andiamo per ordine e verifichiamo in breve i requisiti delle varie possibilità. Le misure menzionate sono istituzionali e non soggette a proroga, quindi non hanno scadenza. 

Pensione anticipata

La pensione anticipata permette di accedere con un’anzianità contributiva di 42 e 10 mesi per gli uomini e 41 e 10 mesi per le donne, questo è l’unico requisito richiesto. Dal 1° gennaio 2019 è stata inserita una finestra mobile di tre mesi dal perfezionamento dei requisiti. 

Quota 41

La pensione Quota 41 è destinata ai lavoratori precoci (coloro che hanno maturato un anno di contributi prima del compimento del 19° anno di età); che hanno un’anzianità contributiva di 41 anni e si trovano in una delle quattro tutele previste dalla normativa: disoccupati che da tre mesi hanno terminato di percepire il sussidio di disoccupazione; disabile con una percentuale non inferiore al 74%; lavoratore caregiver da almeno 6 mesi; coloro che svolgono mansioni gravose e usuranti. 


Leggi anche: In pensione con 57 anni di età e 20 anni di contributi, è possibile

Se il lavoratore soddisfa questi requisiti può accedere alla quota 41, anche in questa misura non c’è limite anagrafico. Dal perfezionamento dei requisiti prevista una finestra mobile di tre mesi.

Rendita Integrativa Temporanea

Infine, è possibile per coloro che hanno aderito ad un fondo di previdenza complementare, aderire alla RITA che permette un anticipo idi 5 anni o dieci anni (se disoccupato di lunga durata) dall’età pensionabile richiesta per la pensione di vecchiaia.

Per accedere a questa misura sono richiesti 20 anni di contributi e almeno cinque anni di contributi versati in un fondo pensione.

La domanda deve essere inoltrata direttamente al fondo. 

Per approfondire questa misura è possibile trovare qui tutte le informazioni: Pensionamento con la RITA: requisiti, aspetto fiscale e convenienza, guida completa

Queste sono le tre misure che permettono al momento di anticipare la pensione senza limite di età o con un anticipo rilevante come la RITA che a seconda della categoria è possibile a 57/62 anni.