Quali possibilità di andare in pensione prima dei 67 anni?

-
22/06/2020

Non sempre è possibile anticipare l’uscita dal mondo del lavoro prima dei 67 anni e anche quando è possibile bisogna attendere la maturazione dei requisiti.

Quali possibilità di andare in pensione prima dei 67 anni?

Quali sono le possibilità di poter accedere alla pensione prima dei 67 anni? La risposta a questa domanda non può essere univoca perchè molto dipende dal montante contributivo maturato e, in parte anche dall’età anagrafica. Vediamo quali sono le possibilità di prepensionamento analizzando la situazione di una nostra lettrice.

Pensione prima dei 67 anni

Una nostra lettrice ci scrive:

Buongiorno, io sono stata assunta nel 1986 e sono ancora in forza presso la stessa azienda. Ho 56 anni quali possibilità ho di andare in pensione prima dei 67 anni?

Con 56 anni e 34 anni di contributi maturati le possibilità di un pensionamento a breve sono davvero scarse. Con i suoi requisiti attuali, infatti, non rientra in nessuno dei prepensionamenti attualmente in vigore ma possiamo analizzare quella che potrebbe essere la possibilità di pensionamento più rapida.

Se dovesse essere prorogata o resa strutturale la pensione con l’opzione donna (attualmente in vigore solo che le lavoratrici che hanno raggiunto i requisiti di accesso entro il 31 dicembre 2019) potrebbe accedere a questo tipo di pensionamento al compimento dei 58 anni contestualmente alla maturazione dei 35 anni di contributi. Su questa possibilità, però, le lascio un grosso punto interrogativo non sapendo se e quando il regime sperimentale potrebbe essere prorogato.

La via più veloce per il pensionamento in base alla normativa vigente, nel suo caso, è rappresentata dalla pensione anticipata ordinaria che, per le donne, richiede 41 anni e 10 mesi di contributi maturati a cui aggiungere una finestra di attesa di 3 mesi dal raggiungimento del diritto alla pensione.

Nel suo caso, quindi, raggiungerebbe i contributi richiesti per l’accesso tra poco più di 8 anni (considerando anche la finestra di attesa di 3 mesi), all’età di 62 anni.

In ogni caso, però, per fare i suoi programmi le consiglierei di attendere cosa porterà la riforma pensioni in cantiere: una delle ipotesi prevede anche la pensione con 41 anni di contributi per tutti senza paletti e senza penalizzazioni (che raggiungerebbe fra 7 anni). Allo studio anche la possibilità di rendere flessibile il pensionamento con una quota 100 rivisitata.


Leggi anche: Bonus 200 euro professionisti e partite Iva: via al click day

Nel 2022, quindi, potrebbe entrare in vigore una misura che le permetta il pensionamento prima del raggiungimento dei requisiti richiesti dall’anticipata ordinaria.

Leggi per approfondire le novità in campo con la riforma pensioni nell’articolo: Ultimissime pensioni: tutte le ipotesi di riforma nel 2021