Pericolo bail-in su conto corrente? La soluzione c’è

In caso di bail in per fallimento della banca come si fa a tenere al sicuro i proprio soldi sul conto corrente? Vediamo le soluzioni.

Conti corrente e rischio bail-in? Questa la nuova paura.L’emergenza sanitaria legata all’epidemia di coronavirus oltre a mettere sotto pressione il sistema bancario sta creando delle vere e proprie crisi di panico tra i risparmiatori che vedono a rischio i propri conti correnti. Il problema reale sarà visibile da luglio in poi, quando il sistema bancario dovrà reagire soprattutto quando la crisi inizierà a far sentire i suoi effetti anche sull’economia.

Bail-in cos’è?

Molti degli analisti economici prospettano un autunno bollente per l’economia perchè sarà proprio dopo l’estate che la crisi inizierà a palesarsi realmente mostrando i suoi effetti. Le banche, che sono già ora in difficoltà, come reagiranno di fronte agli effetti, che potrebbero essere devastanti, della crisi economica?

Nelle banche italiane sono depositati 1400 miliardi di soldi che gli italiani hanno risparmiato utilizzando conti correnti e conti deposito, cosa potrebbe succedere?

Torna lo spettro del bail-in a spaventare i risparmiatori, ma cerchiamo di capire come funziona e cosa comporta.

Si tratta di un sistema di salvataggio degli istituti bancari che permette di salvare le banche in sofferenza con i risparmi di correntisti, degli azionisti e degli obbligazionisti. Istituito da gennaio 2016, in Italia è ancora in vigore in caso di fallimento di una banca.

Il fallimento di una banca è poco probabile? Ma il ricordo dei recenti fallimenti di banche anche di grande calibro, però, sono ancora freschi nella mente degli italiani.

Cosa si rischia in caso di bail-in? Se una banca fallisce i primi a dover intervenire cono gli azionisti ma se questi non fossero sufficienti si ricorrerebbe anche ai soldi degli obbligazionisti ed infine, se necessario, verrebbero messi in ballo i risparmi depositati sui conti correnti (ma solo per la parte eccedente i 100mila euro, fino a quella cifra, infatti, i depositi sono tutelati dal Fondo di garanzia su depositi e titoli).

Pericolo bail-in: la soluzione

In caso di attivazione del bail in per fallimento della banca, quindi, come abbiamo visto rischia anche il correntista. La soluzione per mettere al sicuro i propri risparmi, però esiste. Innanzitutto è bene non detenere le azioni di banche non quotate (lo stesso discorso vale per le obbligazioni).

Una regola fondamentale sarebbe quella di non detenere sui conti correnti somme superiori ai 10mila euro. Se si possiede liquidità superiore è meglio spezzarla su più conti corrente (possibilmente in banche diverse) poichè il Fondo di garanzia depositi copre il correntista per depositi fino a 100mila euro per ogni istituto.

Avendo, quindi, due depositi, in due istituti differente, per 100 mila euro ognuno, sarebbero tutelati entrambi.


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp

Patrizia Del Pidio

Giornalista pubblicista, oltre ad essere proprietaria e autrice presso Notizieora.it, collaboro da anni con la testata Orizzontescuola.it. Scrivere è da sempre la mia passione e farlo come professione è stata la realizzazione di un sogno. Esperta di fiscalità e pensioni mi piace rispondere ai quesiti che i miei lettori quotidianamente mi inviano per fare in modo che, nel mio piccolo, la burocrazia possa essere più facile e alla portata di tutti.