Permessi legge 104: 12 giorni invece di 3 al mese, la novità è ufficiale

Permessi legge 104: 12 giorni invece di 3 al mese ai lavoratori per  fronteggiare l’emergenza Coronavirus

Permessi legge 104 in più ai lavoratori per  fronteggiare l’emergenza Coronavirus. È ufficiale firmato il nuovo decreto che prevede aiuti alle famiglie e alle imprese diventerà effettivo. Il decreto contiene delle misure fondamentali per i lavoratori disabili o che assistono familiari con handicap grave ai sensi della legge 104 art. 3 comma 3.  Nello specifico, la bozza riporta che i lavoratori per il mese di marzo e di aprile che hanno diritto ai  permessi legge 104, potranno usufruire di 12 giorni al mese dagli attuali 3 giorni mensili retribuiti, per fronteggiare l’emergenza Coronavirus che ha investito tutta l’Italia. Bisogna attendere l’ufficialità del decreto, vi terremo aggiornati. 

Consigliamo di leggere: Permessi legge 104: 12 giorni invece di 3 al mese, la novità nel decreto alla firma

Aggiornamento oggi 18 marzo 2020: Con la pubblicazione del testo viene chiarito che i beneficiari son i dipendenti del settore sanitario impegnati nell’emergenza Coronavirus e del comparto sanità:


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp

Angelina Tortora

Giornalista pubblicista, amministratore e autrice presso Notizieora.it. Scrivere è passione, è vita, mi accompagna da quando ero bambina. Attraverso la scrittura posso comunicare notizie, idee e soprattutto aiutare gli altri. In un mondo dove tutto va all’incontrario, e dove tutto è confusione, il mio obiettivo è quello di diffondere notizie che aiutino. NotizieOra rappresenta la realizzazione di un sogno, dove esprimersi è libertà, è passione. “Solo attraverso la scrittura possiamo avere notizia di uomini che ci hanno preceduto e scoprire in cosa si sono distinti. E, come i classici insegnano, se si ha memoria di qualcuno, se ne protrae l’esistenza.”