Permessi legge 104 e coronavirus: 4 cose che devi assolutamente sapere

Permessi legge 104 art. 3 comma 3: 4 domande e 4 risposte per risolvere i tanti dubbi creati sull’estensione dei dodici giorni e non solo.

Permessi legge 104 di tre giorni al mese per disabili e per i lavoratori che assistono il familiare disabile (ai sensi della legge 104 art. 3 comma 3), importanti novità con la pandemia coronavirus che ha investito l’Italia. Il decreto legge cura Italia, ha esteso i permessi legge 104 prevedendo 12 giornate in più da fruire per i mesi di marzo e aprile. Ci sono 4 domande che di solito ci chiedono tutti i lettori, eccole raggruppate in risposta ad un quesito arrivato tramite i nostri contatti 

Permessi legge 104: chiarimenti sulla fruizione e la domanda

Buongiorno, vorrei chiedere alcuni chiarimenti in merito a tale argomento, in attesa di risposta, ringrazio e saluto.

1)  Il riferimento normativo specifico che introduce tale modifica alla L.104/92.

Risposta. L’allegato al messaggio Inps n. 1281 del 20 marzo 2020 spiega le varie misure a sostegno delle famiglie e dei lavoratori. Riporta che è previsto un incremento dei giorni di permesso retribuiti. In aggiunta ai 3 giorni mensili già previsti dalla legge n. 104/92 (3 per il mese di marzo e tre per il mese di aprile) è possibile fruire di ulteriori 12 giorni complessivi per i mesi di marzo e aprile. Tali giorni, anche frazionabili in ore, possono essere fruiti consecutivamente nello stesso mese.

2) Quali dichiarazioni e/o richieste devono presentare a datore di lavoro e INPS il caregiver sostituto ed il referente “titolare”?

Risposta. Sempre il messaggio Inps n. 1281 del 20 marzo 2020, specifica che l’estensione dei permessi segue le stesse modalità dei tre giorni al mese. Nello specifico:

Il lavoratore che ha già un provvedimento di autorizzazione ai permessi, con validità comprensiva dei mesi di marzo e aprile, non deve presentare una nuova domanda. Può già fruire delle suddette ulteriori giornate e i datori di lavoro devono considerare validi i provvedimenti di autorizzazione già emessi.

Il lavoratore privo di provvedimento di autorizzazione in corso di validità deve presentare domanda secondo le modalità già in uso. Il provvedimento di autorizzazione che verrà emesso sarà considerato valido dal datore di lavoro ai fini della concessione del numero maggiorato di giorni.

I lavoratori dipendenti per i quali è previsto il pagamento diretto dell’indennità da parte dell’INPS (lavoratori agricoli e lavoratori dello spettacolo a tempo determinato), devono presentare una nuova domanda secondo le consuete modalità solo nel caso in cui non sia già stata presentata una istanza relativa ai mesi per cui è
previsto l’incremento delle giornate fruibili.

Lavoratori dipendenti Pubblici: le modalità di fruizione dei presenti permessi per i lavoratori dipendenti del settore pubblico sono a cura dell’Amministrazione pubblica con la quale intercorre il rapporto di lavoro

3)  I 3 giorni totali mensili si dividono secondo criteri di decine di mese tra i 2 mese per mese, o anche 3 giorni ciascuno a mesi alternati o come?

Risposta.I tre giorni di permessi legge 104/92 possono essere goduti nel mese anche non consecutivamente è possibile frazionarli sempre nel mese. Questo significa che devono essere goduti nel mese, se non se ne fa richiesta, non si cumulano ai successivi ma si perdono.

4) Il referente titolare, che a suo tempo aveva dichiarato di essere l’unico ad occuparsi della persona disabile, ora deve rimodulare tale dichiarazione per la fruizione dei permessi legge 104?

Risposta. Come sopra specificato un  lavoratore che ha già un provvedimento di autorizzazione ai permessi, con validità comprensiva dei mesi di marzo e aprile, non deve presentare una nuova domanda. Può già fruire delle suddette ulteriori giornate e i datori di lavoro devono considerare validi i provvedimenti di autorizzazione già emessi.

Per approfondimenti, consigliamo di leggere: Permessi legge 104 e ulteriori 12 giorni: l’Inps spiega come fare domanda


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp
Per una risposta dei nostri esperti scrivi a consulenze@notizieora.it
I nostri esperti risponderanno alle domande in base alla loro rilevanza e all'originalità del quesito, rispetto alle risposte già inserite in archivio.

Angelina Tortora

Giornalista pubblicista, amministratore e autrice presso Notizieora.it. Ragioniera commercialista e revisore legale iscritta all'albo. Ha collaborato per molti anni con il Caf Tutela Fiscale e con la testata Investireoggi.it area Fisco e previdenza. Scrivere è passione, è vita, mi accompagna da quando ero bambina. Attraverso la scrittura posso comunicare notizie, idee e soprattutto aiutare gli altri. In un mondo dove tutto va all’incontrario, e dove tutto è confusione, il mio obiettivo è quello di diffondere notizie che aiutino. NotizieOra rappresenta la realizzazione di un sogno, dove esprimersi è libertà, è passione. “Solo attraverso la scrittura possiamo avere notizia di uomini che ci hanno preceduto e scoprire in cosa si sono distinti. E, come i classici insegnano, se si ha memoria di qualcuno, se ne protrae l’esistenza.”