Permessi legge 104: la richiesta al datore di lavoro deve essere inviata con raccomandata?

Permessi legge 104, la domanda e i giorni di fruizioni nel mese, devono essere comunicati al datore di lavoro per raccomandata?

I permessi legge 104 consistono in tre giorni retribuiti e sono coperti da contribuzione figurativa, possono essere chiesti per sé stessi o per assistere il familiare con handicap grave (legge 104 art. 3 comma 3). La domanda deve essere inoltrata in modalità telematica all’Inps allegando il verbale di legge 104.

Come inviare la domanda dei permessi legge 104

Per poter fruire dei permessi bisogna fare richiesta all’Inps tramite domanda da inviare telematicamente, attraverso le seguenti modalità:

  • WEB – servizi telematici accessibili direttamente dal cittadino tramite PIN attraverso il portale dell’Istituto – servizio di “Invio OnLine di Domande di Prestazioni a Sostegno del Reddito”;
  • Patronati – attraverso i servizi telematici offerti dagli stessi;
  • Contact Center Multicanale – attraverso il numero 803164 gratuito riservato all’utenza che chiama da telefono fisso e il numero 06164164 con tariffazione a carico dell’utenza chiamante abilitato a ricevere esclusivamente chiamate da telefoni cellulari.

Alla domanda dovrà essere allegato il verbale legge 104 art. 3 comma 3 del richiedente o della persona d’assistere.
Il sistema rilascia un numero di protocollo o ricevuta, la copia della richiesta inviata con il numero di protocollo dell’invio, deve essere presentato ala datore di lavoro.

Documentazione al datore di lavoro per raccomandata?

Un lettore che ci segue su WhatsApp, ci chiede le seguenti informazioni: Grazie, per richiedere i giorni della legge 104 al titolare bisogna richiederli con raccomandata altrimenti dice che non ho chiesto niente. 

La domanda della richiesta dei permessi legge 104, inoltrata all’Inps, da consegnare al datore di lavoro, di solito viene consegnata a mano, ma se teme qualche insabbiamento, le consiglio di inoltrare il tutto per raccomandata o ancora meglio per pec (indicizzo di posta elettronica certificata). La pec ha la stessa finzione di una raccomandata.

Ricordiamo che il l lavoratore è obbligato a comunicare tempestivamente all’Inps e al datore di lavoro ogni variazione delle situazioni di fatto e di diritto dichiarate nella domanda.

Lo stesso discorso vale per comunicare le date della fruizione dei permessi legge 104 nel mese, che devono essere preventivamente comunicate nei comparti: funzioni centrali, locali, Istruzione e ricerca, Sanità.

Per approfondimenti, consiglio di leggere: Permessi legge 104 e comunicazione al datore di lavoro, tempi e modalità

Per essere sempre aggiornati, seguiteci su: Facebook – Twitter – Gnews – Instragram – Pinterest e WhatsApp al numero +39 3515397062

Per una risposta dei nostri esperti scrivi a consulenze@notizieora.it
I nostri esperti risponderanno alle domande in base alla loro rilevanza e all'originalità del quesito, rispetto alle risposte già inserite in archivio.

Angelina Tortora

Scrivere è passione, è vita, mi accompagna da quando ero bambina. Attraverso la scrittura posso comunicare notizie, idee e soprattutto aiutare gli altri. In un mondo dove tutto va all’incontrario, e dove tutto è confusione, il mio obiettivo è quello di diffondere notizie che aiutino. NotizieOra rappresenta la realizzazione di un sogno, dove esprimersi è libertà, è passione. “Solo attraverso la scrittura possiamo avere notizia di uomini che ci hanno preceduto e scoprire in cosa si sono distinti. E, come i classici insegnano, se si ha memoria di qualcuno, se ne protrae l’esistenza.”