Permesso per funerale, ecco a chi spetta

Nel caso in cui viene a mancare un famigliare stretto, ecco che tipo di permesso bisogna richiedere

Nel caso di un decesso di un famigliare si fa sempre fatica a rientrare subito al lavoro e allora sorge il dubbio, cosa posso fare? Ebbene cerchiamo di fare chiarezza per tutti quelli che devono mancare dal posto di lavoro per svolgere tutte le pratiche necessarie per un funerale.

Ecco cosa bisogna chiedere al datore di lavoro quando è deceduto un tuo parente stretto

Spesso ci troviamo in difficoltà quando avviene il decesso di una persona della nostra famiglia, il lavoro è molto importante ma sorge spontanea la domanda: cosa chiedo? Permesso, ferie o congedo?

Ebbene, la legge dice che in questi casi, il lavoratore ha diritto di chiedere al proprio datore di lavoro 3 giorni di permesso per lutto. Questo tipo di permesso può essere richiesto ed è concesso una sola volta l’anno e spetta solo ed esclusivamente in caso di morte di un parente stretto.

Questo tipo di permesso, senza dubbio sarà retribuito, ma si può fare qualcosa nel caso in cui non si può concedere?

Permesso per funerale, ecco a quali famigliari spetta

Nel caso di un decesso in famiglia, il lavoratore ha l’obbligo di avvisare immediatamente il datore di lavoro e richiedere il permesso per lutto. Questo permesso che ha una durata di 3 giorni, come abbiamo già chiarito prima, può essere fruito anche per giorni non consecutivi.

Nel momento in cui si fa la richiesta del permesso, bisogna portare tutta la documentazione che attesti il decesso del proprio familiare.

lutto e permesso dal lavoroIl termine per poter usufruire dei 3 giorni di permesso per lutto è di 7 giorni dal decesso.

La legge parla chiaro: il permesso di lutto si può richiedere nelle seguenti situazioni: se si tratta del decesso di genitore o figli, fratelli o sorelle, nipoti, oppure nonni. Solo ed esclusivamente in questi casi si può richiedere al datore di lavoro questo tipo di permesso.

Leggi anche: Tassa sui morti: a chi affidare la vestizione del caro defunto e quanto costa?

Bisogna comunque fare attenzione perché alcuni contratti collettivi nazionali, offrono la possibilità di richiedere il permesso per lutto anche per la morte degli affini. Ad esempio il decesso dei suoceri, genero, cognata, ecc.

Se il lutto si registra durante le proprie ferie?

Se un vostro famigliare muore proprio quando vuoi vi trovate a fruire delle proprie ferie, le cose cambiano completamente. In questi casi, la legge prevede la sospensione delle ferie e il diritto a 3 giorni di permesso per lutto. Se invece il vostro contratto collettivo nazionale non prevede la possibilità di richiedere il permesso per lutto, nel caso in cui viene a mancare un parente oltre il secondo grado allora si ha diritto a chiedere un permesso non retribuito.

Per essere sempre aggiornati, seguiteci su: Facebook – Twitter – Gnews – Instragram – Pinterest e WhatsApp al numero +39 3515397062

Ionela Polinciuc

Mi chiamo Ionela Polinciuc, sono nata in Romania e ho vissuto a Roma e Darfield. Amo viaggiare, e questo percorso mi ha permesso di conoscere altre realtà importanti e migliorare le mie capacità di adattamento a svariati contesti. La mia passione per scrivere, mi ha portato a collaborare con diversi giornali, da ormai 3 anni.