Pesche sciroppate fatte in casa

Le pesche sciroppate sono buone e sono utili da tenere in dispensa, si possono guarnire dolci o accompagnare il gelato.

Le pesche sciroppate sono buone e sono utili da tenere in dispensa, si possono guarnire dolci o accompagnare il gelato. È  la prima volta che le faccio, poiché la frutta la mangio di più  fresca; e devo dire che non è  stato difficile. L’idea mi è venuta quando la mia amica Teresa mi ha chiesto se avevo una ricetta per fare le pesche sciroppate visto che ne aveva da smaltire, e così mi sono messa alla ricerca; su internet ci sono varie proposte ne ho seguita una facendo qualche accorgimento. Ci sono vari passaggi ma semplici, occorre avere qualche ora di tempo, poiché una volta sbucciate vanno tenute un po’ ad asciugare su un canovaccio, per poi invasare  in barattoli sterilizzati con uno sciroppo fatto di acqua e zucchero e  fatti bollire in pentola per la pastorizzazione, una volta raffreddati conservare in dispensa sono già buone da assaggiare dopo un paio di settimane. Dopo l’assaggio posso dire che sono buone anche meglio di  quelle comprate, quindi se vi piacciono e volete provare a farle ci sono ancora le ultime pesche.

Pesche sciroppate ingredienti

2 kg di pesche

500 gr di zucchero

1 LT d’acqua

Limone 1-2

Preparazione

Mettiamo sul fuoco una pentola con acqua abbondante e con il succo di limone. Appena bolle immergiamo poche pesche  alla volta  per mezzo minuto,toglierle e passarle subito in una ciotola con l’acqua fredda e sbucciarle subito, trasferirle su un canovaccio pulito ad asciugare man mano che si sbucciano.

Dividere le pesche a metà togliere il nocciolo, tenerle ancora sul canovaccio con il lato snocciolato sotto, per circa un’ora. Nel frattempo sterilizzare i barattoli, facendoli bollire per circa 10 minuti.

Mentre i barattoli raffreddano ci dedichiamo allo sciroppo, mettiamo a bollire l’acqua con lo zucchero appena si scioglie spegniamo il fuoco, assaggiamo lo sciroppo se occorre aggiungere un po’ di zucchero oppure se troppo dolce aggiungere un po d’acqua, facendo bollire ancora un pò.

Adesso possiamo mettere le pesche nei barattoli, premendo un po’, coprire con lo sciroppo e chiudere. Adagiare i barattoli in una pentola grande, mettendo un canovaccio sul fondo e qualche canovaccio tra i barattoli per evitare che in ebollizione possono urtarsi fra loro.

Pesche sciroppate preparazione

Far bollire per circa 30 minuti dal bollore, spegnere e farli raffreddare completamente prima di prendere i barattoli con le pesche. Conservare in dispensa, potrebbe essere anche un’idea regalo.

Ti potrebbe interessare anche: Pesche sì o no nella dieta per dimagrire? Parla la medicina


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp

Imma Castaldo

Cucinare e impastare è la mia più grande passione che coltivo da quando ero ragazza, ricordo ancora la mia prima pasta e fagioli all'età di 13 anni. Ma la dote più innata sono i dolci, non smetterei mai di farli ma anche di mangiarli, sono molto golosa soprattutto di cose buone. Mi piace imparare e sperimentare cose nuove uso molto il lievito madre per i lievitati e di conseguenza lunghe lievitazione. Avendo anche 3 ragazzi devo sempre inventarmi qualcosa per accontentarli: dai primi piatti alla pizza; dai secondi  al fast food.