Pidocchi, come sconfiggerli e con cosa

Con il ritorno a scuola, ricomincia per le mamme l’incubo dei pidocchi, non perché sono pericolosi per la salute, ma perché sono fastidiosi

Con il ritorno a scuola, ricomincia per le mamme l’incubo dei pidocchi, non perché sono pericolosi per la salute, ma perché sono fastidiosi. Possono essere debellato con rimedi efficaci e naturali, tipo aceto e infuso di rosmarino, o trovando prodotti in farmacia sia per fare la prevenzione, sia per eliminarli. Chi viene colpito da pidocchi, è colpito da pediculosi, diffusa tantissimo negli ambienti scolastici e anche per chi prende molto i mezzi pubblici, e da chiarire che non provocano alcuna malattia, il problema si limita al disagio in pubblico, provoca prurito.

Vediamo quali possono essere i sintomi, la prevenzione, le cure

In caso di contagio le soluzioni naturali sono l’aceto e l’infuso di rosmarino. L’aceto può’ essere usato per il risciacquo finale quando si lavano i capelli, mix che favorisce il distacco delle uova è maionese e aceto. Mixateli insieme in una ciotola, aggiungendo qualche goccia di tea tree oil.

Dopo averlo mescolato bene, il composto va distribuito su tutta la lunghezza dei capelli, dopo circa due ore si passa al risciacquo. Un altro alleato contro i pidocchi, è l’infuso di rosmarino, bastano un po’ di foglie essiccate e dell’acqua bollente. Appena raffreddato il preparato, va applicato su tutta la lunghezza dei capelli una volta finito il lavaggio con lo shampoo. In entrambi i casi, dopo il risciacquo, si consiglia di utilizzare un pettine a denti stretti, sono venduti apposta, così si ottimizza l’eliminazione delle uova.

Ricordiamo inoltre, che in caso di contagio, è opportuno disinfestare lenzuola, asciugamani e tutti gli altri oggetti che sono venuti a contatto con il portatore dei pidocchi. Se si tratta di un bambino, sarebbe necessario avvisare i genitori dei compagni di classe e se frequenta eventuali attività, tipo corsi sportivi quotidiani e altro.