Pignoramento: i debiti Equitalia intaccano anche la prima casa?

Pignoramento prima casa: ecco quando l’agente di riscossione può applicare l’ipoteca e il pignoramento sulla prima casa e quando ne è immune

Spesso si leggono notizie dove dichiarano che i debiti con il fisco non possono coinvolgere la prima casa, che questa sia immune dal pignoramento e dall’ipoteca. Al riguardo rispondiamo ad un quesito posto da un nostro lettore: “I debiti con Equitalia possono intaccare la prima casa

Pignoramento prima casa: Equitalia o Agenzia Entrate Riscossione

Si può subire l’ipoteca dell’immobile e il successivo pignoramento quando si riceve una cartella esattoriale e non la si paga entro 60 giorni. La procedura non è del tutto automatica, infatti ci sono delle condizioni da dover seguire.

Ipoteca casa

All’Equitalia è subentrata come tutti sappiamo l’Agenzia Entrate Riscossione. Questa può iscrivere l’ipoteca sugli immobili del debitore, quindi anche sulla cosiddetta «prima casa». Ma per poter procedere con l’iscrizione dell’ipoteca è necessario che si verifichino le seguenti condizioni:

  • Devono essere trascorsi 60 giorni dalla notifica della cartella senza pagamento o opposizione;
  • Si riceva un preavviso di ipoteca 30 giorni prima dell’iscrizione dell’ipoteca;
  • il debito delle cartelle esattoriali notificate e non pagate sia almeno di 20mila euro.

Queste sono le stesse regole che erano in vigore anche quando l’agente di riscossione era Equitalia Spa, quindi nulla è cambiato.

Come opporsi all’ipoteca sulla casa?

È possibile opporsi all’iscrizione dell’ipoteca nel caso le procedure non siano state rispettate dall’agente di riscossione, quindi nei casi in cui:

  • il contribuente non ha ricevuto il preavviso di ipoteca o lo ha ricevuto prima di 30 giorni dall’iscrizione dell’ipoteca stessa;
  • ha ricevuto il preavviso di ipoteca, ma non ha ricevuto la notifica della cartella di pagamento;
  • la cartella è caduta in prescrizione prima di ricevere la notifica del preavviso di ipoteca;
  • il contribuente ha fatto ricorso contro la cartella esattoriale e lo ha vinto.

L’ipoteca è cancellabile se il debito è al di sotto dei 20 mila euro. Quindi il contribuente ha la possibilità di poter pagare solo una parte del debito per far scendere l’importo al di sotto di tale tetto.

Nel caso in cui il contribuente richiede la rateizzazione del debito, ciò non comporta la cancellazione dell’ipoteca, che sarà cancellato solo al saldo del debito dovuto

Pignoramento prima casa 2019

Le regole per il pignoramento di un immobile sono diverse a seconda che si tratti di prima casa o meno. Vediamo nello specifico di quando si tratta di prima casa cosa può accadere.

Bisogna, in primo luogo, precisare che non esiste il divieto di pignoramento della prima casa, perché ciò fa pensare che nel caso in cui il contribuente sia possessore di più immobili, quello adibito a prima casa non possa essere pignorato. Ma, invece, non può essere pignorata l’unica casa in possesso del debitore.

L’Agenzia Entrate Riscossione non può pignorare la casa del contribuente quando sussistono le seguenti condizioni:

  • l’immobile da pignorare è unica proprietà;
  • è stata adibita a civile abitazione;
  • è residenza del debitore;
  • non è un immobile di lusso accatastato in A/8 e A/9.

Nel caso in cui una sola di queste condizioni non sussiste la prima casa è pignorabile.

Un esempio pratico è se il debitore eredita anche solo una quota minima di un altro appartamento, ciò comporta che è in possesso di più immobili, condizione che permette all’agente di riscossione di procedere con il pignoramento. Per evitare la procedura di pignoramento dovrebbe rinunciare all’eredità o cedere la quota pervenutagli.

Risposta al nostro lettore

Nel caso in cui il nostro lettore sia proprietario di un unico immobile, in seguito al verificarsi delle condizioni suddette, non c’è nessun pericolo di pignoramento della prima casa. Ma nel momento in cui una di queste condizione venisse a mancare il pericolo che la prima casa venga sottoposta a pignoramento è molto alto.

Pignoramento: Fondo Salva Casa nato per tutelare l’immobile di famiglia dai debiti


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp
Per una risposta dei nostri esperti scrivi a consulenze@notizieora.it
I nostri esperti risponderanno alle domande in base alla loro rilevanza e all'originalità del quesito, rispetto alle risposte già inserite in archivio.

Maria Di Palo

Sono ragioniere programmatore, ho scoperto, grazie ad una buona amica, il piacere di scrivere e di condividere ciò che mi interessa, mi incuriosisce e mi appassiona. Mi piace trasferire agli altri le ricette della tradizione campana che la mia mamma mi ha lasciato in eredità e quelle nuove che amo preparare per la mia famiglia. Mi appassiona scrivere su tutto ciò che attrae la mia curiosità come argomenti di attualità e argomenti che riguardano il mondo della scuola. Amo anche esplorare luoghi nuovi e affascinanti.