Pignoramento: proroga stipendi e pensioni fino al 15 ottobre e scadenze fiscali

Decreto Agosto con proroga e sospensione delle scadenze fiscali e del pignoramento su stipendi e pensioni, in aiuto alle famiglie, imprese e lavoratori.

Il decreto legge Agosto frena il pignoramento sugli stipendi e pensioni e blocca anche le notifiche di cartelle esattoriali e vieta azioni cautelari ed esecutive almeno nel periodo di emergenza Covid-19. Il decreto Agosto stabilisce uno stop fino al 15 ottobre 2020 di notificare cartelle esattoriale e di eseguire azioni esecutive o cautelari, anche se si tratta di debiti soggette a dilazione scadute da tempo. 

Proroga per pagamenti e stipendi

La proroga arriva nel decreto Agosto, fino al 15 ottobre sospensione dei pignoramenti operati su stipendi e pensioni. 

Non tutti i pignoramenti sono considerati in sospensione, quelli azionati prima dell’8 marzo seguono il loro corso. 

Sospese le rateizzazione

Nella proroga va ricordato che il decreto legge Rilancio, per consentire ai debitori di non pagare l’intero importo delle rate sospese entro novembre 2020, aveva aumentato di 10 rate la soglia di tolleranza in modo da non perdere il benefico della rateizzazione in corso. 

Rientrano in questo trattamento, le dilazione di pagamento in corso all’8 marzo e quelle richieste dopo agosto. 

Ti potrebbe interessare anche: Stralcio cartelle esattoriali: un taglio netto su tutto anche sui contributi Inps

Proroga versamenti fiscali

Il decreto legge Agosto, prevede anche la proroga dei versamenti di contributi e tasse sospesi a marzo, aprile e maggio, potranno essere saldati in due anni, nel modo seguente:-

– il primo 50 per cento dei versamenti possono essere effettuati senza pagare interessi e sanzioni, in un’unica soluzione entro il 16 settembre, oppure è possibile aderire alla rateizzazione che prevede un massimo di quattro rate mensili di uguale importo, la prima rata con scadenza il 16 settembre. 

– il restante 50 per cento può essere pagato, sempre senza sanzioni e interessi, in massimo ventiquattro rate mensili di uguale importo, la prima rata scade il 16 gennaio 2021.

Spostata anche la data della sospensione delle cartelle esattoriali dal 31 agosto al 15 ottobre 2020. 

Il decreto prevede anche il rinvio dei versamenti per i contribuenti ISA (Indici sintetici di affidabilità), che abbiano subito un calo di fatturato di almeno 33 per cento nel primo semestre 2020 da confrontare con quello del 2019, il termine di scadenza del pagamento della seconda o unica rata dell’acconto Irap è prorogato al 30 aprile 2021.


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp

Angelina Tortora

Giornalista pubblicista, amministratore e autrice presso Notizieora.it. Ragioniera commercialista e revisore legale iscritta all'albo. Ha collaborato per molti anni con il Caf Tutela Fiscale e con la testata Investireoggi.it area Fisco e previdenza. Scrivere è passione, è vita, mi accompagna da quando ero bambina. Attraverso la scrittura posso comunicare notizie, idee e soprattutto aiutare gli altri. In un mondo dove tutto va all’incontrario, e dove tutto è confusione, il mio obiettivo è quello di diffondere notizie che aiutino. NotizieOra rappresenta la realizzazione di un sogno, dove esprimersi è libertà, è passione. “Solo attraverso la scrittura possiamo avere notizia di uomini che ci hanno preceduto e scoprire in cosa si sono distinti. E, come i classici insegnano, se si ha memoria di qualcuno, se ne protrae l’esistenza.”