Pignoramento: tra i beni sequestrabili c’è anche lo smartphone?

Pignoramento: l’ufficiale giudiziario può sequestrare il cellulare o dello smartphone del debitore? Ecco cosa precede il Codice civile

Nel momento in cui un soggetto non paga i suoi debiti, ne risponde con il pignoramento di tutti i suoi beni. Anche se il creditore pensa sempre come primo passo da eseguire, aggredire le fonti monetarie come il conto corrente, stipendio, pensioni e il patrimonio immobiliare. Ma, quando si è davanti ad un nullatenente, si invia a casa del debitore l’ufficiale giudiziario.  Quest’ultimo ha il compito di pignorare i beni di valore presente nell’appartamento, e questa è la parte più difficile, poiché ormai non si è più in possesso di argenterie e quadri preziosi, né tanto meno di tappeti persiani o gioielli. Negli appartamenti ci sono solo cose indispensabile per le famiglie e gran parte dell’arredo non è pignorabile. Ma c’è un oggetto che possediamo tutti indistintamente ed è lo smartphone, una domanda che ricorre è: “il telefonino può essere pignorato?”.

Pignoramento: si sequestrano i beni materiali

Poiché il telefono è un oggetto materiale, quindi un mobile, può essere soggetto a pignoramento.

Quindi una volta che l’ufficiale giudiziario ha sequestrato lo smartphone si procede con l’asta da parte dell’’Istituto Vendite.  Il bene viene venduto al suo valore commerciale svalutandolo in base all’usura dello stesso.

Il debitore si potrebbe opporre al sequestro del telefonino, in quanto in esso ormai conserviamo tutto dalle foto all’email, le chat di WhatsApp alla rubrica dei contatti e tutte le password possibili. Quindi ci si potrebbe appellare al rispetto della privacy, ma si pone subito rimedio eseguendo un backup dei dati e la formattazione del dispositivo.

Per poter stabilire se il telefonino sia un bene pignorabile, bisogna verificare la lista dei beni non pignorabili e individuare la categoria a cui fa parte il cellullare. La lista deve essere interpretata in modo tassativo dall’ufficiale giudiziario, cioè non può interpretare in senso estensivo ad oggetti non specificamente indicati. E ciò perché le norme del Codice di procedura civile non sono suscettibili di applicazione analogica.

Ma, le definizioni fornite dalla legge sono abbastanza generiche per poter ritenere che, in una di queste, rientri lo smartphone.

Cosa prevede il Codice Civile

Il codice civile all’articolo 514 indica che le cose sacre sono impignorabili. L’articolo 515 indica come pignorabili entro massimo un quinto gli strumenti indispensabili per l’esercizio della professione, dell’arte o del mestiere del debitore. Sono quei beni che si utilizzano per esercitare la propria professione, quindi il loro totale pignoramento significherebbe perdita del proprio lavoro.

Tale norma va applicata a professionisti ed artigiani e non a dipendenti o disoccupati. Il telefono anche se è un mezzo con cui svolgere il proprio mestiere non è uno strumento indispensabile. In conclusione il telefono si può pignorare.

Nella praticità bisogna far presente che il pignoramento non ha uno scopo punitivo nei confronti del debitore, ma serve per solo per realizzare le ragioni economiche del creditore. Quindi se ci troviamo davanti ad un cellulare vecchio, mal tenuto, lento e quindi difficile da vendere, il pignoramento potrebbe essere ritenuto un abuso di diritto. Il che significa che sarà il creditore a pagare il risarcimento dei danni causati al debitore per averlo privato del suo cellulare.

Pignoramento: i debiti Equitalia intaccano anche la prima casa?


Per essere sempre aggiornati, seguiteci su: Facebook – Twitter – Gnews – Instragram – Pinterest – Youtube – contattaci su Whatsapp al nuovo numero 3516559380 - inserite questo numero in rubrica e inviarci il seguente messaggio tramite whatsapp: "notizie", vi risponderemo il prima possibile.

Maria Di Palo

Sono ragioniere programmatore, ho scoperto, grazie ad una buona amica, il piacere di scrivere e di condividere ciò che mi interessa, mi incuriosisce e mi appassiona. Mi piace trasferire agli altri le ricette della tradizione campana che la mia mamma mi ha lasciato in eredità e quelle nuove che amo preparare per la mia famiglia. Mi appassiona scrivere su tutto ciò che attrae la mia curiosità come argomenti di attualità e argomenti che riguardano il mondo della scuola. Amo anche esplorare luoghi nuovi e affascinanti.