Polizia e tatuaggi, cosa ha da dire il Consiglio di Stato

Da sempre è impossibile per chi ha un tatuaggio poter diventare un membro della Polizia. Su questo si è pronunciato il Consiglio di Stato.

Chiunque voglia servire lo stato diventando un membro della Polizia sa benissimo che bisogna avere un corpo pulito, senza tatuaggi e non solo. Questa criterio è stato negli anni molto contestato e criticato, anche perché di certo un tatuaggio non va ad intralciare il percorso da poliziotto e non ha nulla a che vedere con l’essere un buon servitore dello Stato o meno. Nei giorni scorsi su questa tematica è intervenuto il Consiglio di Stato. Vediamo cosa dice la sua sentenza.

Concorso nella polizia e divieto assoluto di avere dei tatuaggi, cosa dice il Consiglio di Stato

Il tutto parte da un episodio realmente accaduto dove una donna ha partecipato al concorso consueto per poter far parte della Polizia italiana.

La candidata è stata eccellente sia nella prova preselettiva che in quella fisica. Infine, ha dovuto superare la visita riguardante i requisiti psico-fisici.

Arrivata ad un passo dalla meta, la commissione presente ha ritenuto la donna non idonea a poter servire l’Italia poiché aveva un tatuaggio ben visibile, che non si sarebbe potuto coprire dall’uniforme.

Di conseguenza, la ragazza ha dovuto rinunciare al suo sogno.

Il Consiglio di Stato si è espresso sull’accaduto ritenendo che, sebbene il tatuaggio sia in fase di rimozione, è impossibile non vederlo e nulla serve coprirlo con l’orologio che non fa parte dell’uniforme della Polizia.

Purtroppo, sebbene il tatuaggio non faccia di te un cattivo poliziotto, il Consiglio di Stato ha dovuto tenere conto dell’art. 3, comma 2, tabella 1, punto 2, lett. b del d.m. n. 198 del 2003.

In tale articolo si ritiene che il tatuaggio non deve essere visibile e poco conta se lo stesso sia in fase di rimozione.

 

Leggi anche:

Assunzione di 1650 allievi agenti di Polizia di stato: ecco il bando


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp

Katia Russo

Sono Katia, ho 21 anni e sono una studentessa di Lettere Moderne. Fin da piccola la scrittura e la lettura mi hanno sempre affascinato, e crescendo, ho iniziato ad interessarmi di cinema e di arte. Sono una grande curiosona e mi piace trasmettere qualsiasi informazione utile.