Pollo fritto simil americana: ricetta rivisitata e semplificata

Pollo fritto all’americana: ottimo cibo fast food, ricetta rivisitata e semplificata, per una cena fredda

Quante volte abbiamo sentito parlare di pollo fritto anche nei film americani, scene di personaggi seduti nelle tavole calde a sgranocchiare questo pollo impanato e fritto, intinto in qualche salsa piccante o aromatica. Il pollo fritto del Kentucky originariamente nacque da un’idea del colonnello Sanders nel 1930, di abbinare al distributore di benzina, che gestiva proprio nel Kentucky un piccolo ristorantino dove preparare il suo cibo preferito il pollo impanato e fritto.

Pollo fritto: la ricetta originale americana è una ricetta segreta

Ovviamente la ricetta originale è segreta come quella della Coca-cola, in tanti sul web cercano di emulare la ricetta, proponendo diverse versioni c’è chi fa la marinatura con qualche spezia; e chi non la fa; si dice che l’originale contenga per lo meno 11 tipi di spezie.

Pollo fritto idea per una cena

La proposta di fare il pollo fritto per cena è venuta all’ultimo dei miei ragazzi che ha voluto preparare lui stesso, presa da un attimo di panico, poi mi son detta perché no! Le passioni vanno coltivate, si dice che la mela non cade lontano dagli alberi, tra l’altro è quello che più critica, giudica e da suggerimenti ai miei piatti. Chissà sarà un futuro cuoco? Adesso scopriamo la nostra versione di pollo fritto

Ingredienti per 4 persone

6oo gr. Di petto di pollo intero
1 limone
Paprica q.b.
Pepe q.b.
Rosmarino qualche rametto
Farina q.b.
2/3 uova
Pan grattato
Olio extravergine 1 -2 cucchiai
Aglio in polvere facoltativo
Olio di semi di arachide
Occorrente
Termometro per misurare la temperatura dell’olio
Pentola a bordi alti

Preparazione

Iniziamo col tagliare il petto di pollo a cubetti, lo infariniamo nella farina e lo adagiamo in una pirofila capiente gli aggiungiamo il sale, pepe, gli aromi, la buccia di limone grattugiata e il suo succo; l’olio e gli aghi di rosmarino mescoliamo col cucchiaio e copriamo con pellicola; lasciamo riposare qualche ora.

Prepariamo le uova sbattute e il pangrattato; passiamo i cubetti di pollo prima nell’uovo e poi nel pangrattato volendo questo passaggio si può fare due volte, se si desidera una panatura più croccante.

Una volta completata l’impanatura prepariamo la pentola con l’olio per la frittura inseriamo anche il termometro per il controllo della temperatura che non deve arrivare a superare i 170°. Adagiare i cubetti di pollo prima su carta assorbente; poi impiattare possiamo servirli accompagnati da maionese o ketchup o anche da salsa sriracha. Noi li abbiamo intinti nella maionese e nel ketchup, si possono contornare con verdure pastellate e fritte o gratinate al forno.

Pollo fritto con maionese

Consigli si può anche impanare con un misto di pangrattato e farina di mais tritati insieme col rosmarino; noi li abbiamo preparati in entrambi i modi.

Si può anche fare un misto di pangrattato con corn-flakes e rosmarino sempre tritati insieme.

Si consiglia l’utilizzo di un termometro da cucina per la frittura in quanto è preferibile friggere alla temperatura di 170°, il fritto in questo modo non assorbe olio e poi resta morbido all’interno e croccante fuori.

È possibile acquistare qui il termometro da cucina digitale

Leggi anche: Calamarata con polpo al profumo di limone: ricetta per 4 persone

Per essere aggiornati, seguiteci su:Instagram  Facebook  Twitter  WhatsApp al numero +39 3515397062

Imma Castaldo

Cucinare e impastare è la mia più grande passione che coltivo da quando ero ragazza, ricordo ancora la mia prima pasta e fagioli all'età di 13 anni. Ma la dote più innata sono i dolci, non smetterei mai di farli ma anche di mangiarli, sono molto golosa soprattutto di cose buone. Mi piace imparare e sperimentare cose nuove uso molto il lievito madre per i lievitati e di conseguenza lunghe lievitazione. Avendo anche 3 ragazzi devo sempre inventarmi qualcosa per accontentarli: dai primi piatti alla pizza; dai secondi  al fast food.