Polpette di melanzane, ricetta semplice e veloce

Polpette di melanzane, un’idea alternativa per consumare le melanzane, che in questo periodo ci ritroviamo molto spesso in dispensa.

Come abbiamo già detto le melanzane sono buone in qualsiasi modo si preparano, portarle in tavola in forma di polpette oltre ad essere una variante, è anche un modo furbo di far mangiare le verdure ai più piccoli, che si sa vanno pazzi per le polpette; infatti l’ultimo dei miei ragazzi ne ha mangiate tante; pucciandone in salsa sriracha, volendo si possono preparare varie salse per accompagnare. Semplici da fare possono essere servite come antipasto o come secondo piatto; o anche per arricchire un buffet per una festa. Basta tagliarle a cubetti e bollirle in acqua leggermente salata scolarle e farle intiepidire prima di procedere all’impasto con uova e pangrattato.

Polpette di melanzane ingredienti

-6 melanzane

-1 uovo

-Formaggio parmigiano

-Formaggio romano

-Sale

– pepe

-6 cucchiai farina di semola di grano duro

-6 cucchiai di pangrattato.

– pangrattato q.b per l’impanatura

Olio extravergine d’oliva

Olio semi di arachidi per friggere.

Preparazione

Lavare asciugare e togliere il gambo alle melanzane, tagliare prima a fette e poi a cubetti. Bollire in abbondante acqua e leggermente salata per 10 minuti dalla ripresa del bollore. Scolare in un colapasta e lasciarle intiepidire. Versare in una ciotola schiacciare con una forchetta, aggiungere l’uovo, i formaggi, il sale e il pepe e dare una prima mescolata. Aggiungere i cucchiai di farina e di pangrattato, l’impasto sarà morbido ma compatto. Con l’aiuto di due cucchiai formiamo le polpette, come si preparano le quenelle ( grandi gnocchi morbidi), cioè dando la forma facendo passare l’impasto da un cucchiaio all’altro. Le adagiamo man mano in un piatto colmo di pangrattato e procediamo all’impanatura.

Ora che tutte le polpette sono pronte procediamo alla frittura, in una padella dai bordi alti, mettiamo i due tipi di olio in egual misura,  circa due o tre dita in modo che le polpette siano completamente immerse. Se ci muniamo di un termometro da cucina e portiamo la temperatura a 170° avremo un fritto più asciutto, appena fritte le portiamo a tavola, come già detto le possiamo accompagnare con qualsiasi salsa di preferisce o semplicemente da un’insalata.

Note

Volendo se si ha poco tempo si può preparare l’impasto o le polpette la sera; e tenerle in frigo coperte per il giorno dopo; e friggerle al momento.

Volendo si possono fare anche al forno, per una cucina più senza grassi.

Volendo si possono anche imbottire con provola o quant’altro per una versione ancora più stuzzicante e filante.

Comunque in qualsiasi modo le preferiate fatele che sono buonissime.

polpette di melanzane

Leggi anche: Crocchè fatta in casa, la vera ricetta napoletana

Imma Castaldo

Cucinare e impastare è la mia più grande passione che coltivo da quando ero ragazza, ricordo ancora la mia prima pasta e fagioli all'età di 13 anni. Ma la dote più innata sono i dolci, non smetterei mai di farli ma anche di mangiarli, sono molto golosa soprattutto di cose buone. Mi piace imparare e sperimentare cose nuove uso molto il lievito madre per i lievitati e di conseguenza lunghe lievitazione. Avendo anche 3 ragazzi devo sempre inventarmi qualcosa per accontentarli: dai primi piatti alla pizza; dai secondi  al fast food.