Potere curativo dello zucchero: può curare ferite resistenti agli antibiotici

Ecco come curare una ferita con lo zucchero invece che con gli antibiotici.

I medici stanno sprimentando i poteri curativi dello zucchero che può giovare laddove nelle ferite gli antibiotici non sono efficaci. Il trattamento con lo zucchero può essere utilizzato su ferite sia sulle persone che sugli animali.

Moses Morandi, nato e cresciuto nello Zimbabwe, era abituato a curare le sue ferite cospargendole con lo zucchero che sembrava aiutare le ferite  a guarire prima.

Nel 1997, assunto come infermiere scoprì che lo zucchero in veste ufficiale non veniva usato negli ospedali ma decise di provare a cambiare questa cosa. Divenuto docente senior di infermieristica ha completato un primo studio incentrato sull’applicazione dello zucchero nella guarigione delle ferite vincendo anche un premio al Journal of Wound Care nel marzo 2018 per il suo lavoro. 

La scoperta potrebbe essere fondamentale perchè non in tutto il mondo le persone possono permettersi gli antibiorici ma ci sono anche ferite che sono resistenti agli antibiotici stessi una volta infettate.

Come curare una ferita con lo zucchero?

Per curare una ferita con lo zucchero basta versare lo zucchero sulla ferita e bendarla. Lo zucchero assorbendo l’umidità non consente ai batteri di prosperare e la ferita guarisce più rapidamente. Lo zucchero sulle ferite, assicura Murandu, può essere utilizzato anche per pazienti diabetici poichè non fa salire i loro livelli di glucosio: “Lo zucchero è saccarosio: è necessario l’enzima sucrasi per convertirlo in glucosio”, solo quando viene assorbito è convertito in glucosio, applicato all’esterono non dà lo stesso effetto che se viene ingerito.

Redazione

Notizie scritte dalla redazione di cronaca, notizie, salute, viaggi, gastronomia e musica di NotizieOra.