Pranzo leggerezza: menù completo dall’antipasto al dolce

Piatti leggeri, semplici e facili, preparati con ingredienti del periodo per il pranzo di questa nuova domenica

Un pranzo leggero per questo fine settimana, un menù completo dall’antipasto al dolce, fatto di piatti semplici e facili. Preparati con verdure fresche di stagione, come le melanzane e i fiori di zucca. Piatti leggeri che inoltre racchiudono tanto gusto; un abbinamento delizioso d’ingredienti.

Menù: Pranzo leggerezza

Si parte con un antipasto fresco; insalata polpo e patate, accompagnato poi dalle treccine di sfoglia con zucchine. Come primo piatto vi consiglio, un risotto prelibato dal sapore delicato; risotto con fiori di zucca e speck. Proseguendo con l’arista in cubetti alla birra; carne gustosa e di una morbidezza unica; contornata dalle melanzane a funghetto; un contorno saporito. Per chiudere in dolcezza il dolce per eccellenza della pasticceria napoletana; il babà. Anche se di preparazione laboriosa, ma soffice e fresco, è sempre buono  in qualsiasi periodo dell’anno.

Antipasto: Polipo e patate in insalata

In questo periodo il polpo e le patate preparati freddi in insalata è un ottimo pasto; può essere un antipasto per cominciare un pranzo festivo, può essere un secondo piatto; può anche essere un piatto unico poiché le patate sono carboidrati sostituiscono pasta e pane. Buono in qualsiasi periodo dell’anno, si può anche gustare tiepido. QUI RICETTA

Insalata di patate e polipo

Antipasto: Treccine di sfoglia con zucchine

Le treccine di sfoglia con zucchine; piccoli rustici gustosi e soprattutto semplici da fare, poiché si preparano in un attimo. Le treccine di sfoglia sono ottime preparate per antipasto per un pranzo o una cena ma anche per aperitivo. Una pasta sfoglia farcita con zucchine e aromi, arrotolata e poi intrecciata. Per fare questi rustici  occorre un rotolo di sfoglia già pronta, una zucchina affettata sottilmente, sale, pepe e paprika dolce. Scopriamo insieme come prepararle. QUI RICETTA

treccine di sfoglia

Primo piatto: Risotto con fiori di zucca e speck

Si tratta di un primo piatto semplice e delizioso; fiori di zucca, riso e speck, preparati insieme in un gustoso risotto. I fiori di zucca sono i protagonisti di questo periodo, oltre a essere belli e colorati si prestano a molte preparazioni. Perfetti anche per un risotto, dal gusto prelibato e dal sapore delicato, inoltre è facile da realizzare. QUI RICETTA

risotto con fiori di zucca

Secondo piatto: Arista in cubetti alla birra

La cottura alla birra conferisce alla carne oltre morbidezza, anche un gusto unico e diverso. Questo modo di cuocere è adatto a tutti i tipi di carne anche quella di tacchino e pollo. La cottura con la birra può essere fatta sia al forno che sul fornello. Vediamo in dettaglio cosa occorre. QUI RICETTA

arista

Contorno: Melanzane a funghetto

Le melanzane a funghetto; un gustosissimo contorno della tradizione napoletana. Si tratta di melanzane tagliate in tocchetti, fritte e poi aggiunte al pomodoro cotto con aglio e basilico. Le melanzane a funghetto facilissime da fare, infatti occorrono pochi passaggi. Il segreto per farle buone; morbide dentro e croccante fuori, sta nella cottura che dev’essere a fiamma sostenuta e, porterete in tavola un contorno saporito. Chi non ama le melanzane a funghetto? QUI RICETTA

melanzane a funghetto

Dolce: Babà al rum

Maestoso dolce e soffice, questo è il babà e, non a caso viene definito il re della pasticceria. Un dolce lievitato fatto di farina, lievito di birra, uova, zucchero e burro, bagnato poi con uno sciroppo di acqua, zucchero e rum. Può essere preparato sia in un’unica torta che in quelli piccoli a forma conica. Il babà insieme alle sfogliatelle e pastiere è il dolce per eccellenza della pasticceria napoletana. QUI RICETTA

babà


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp

Imma Castaldo

Cucinare e impastare è la mia più grande passione che coltivo da quando ero ragazza, ricordo ancora la mia prima pasta e fagioli all'età di 13 anni. Ma la dote più innata sono i dolci, non smetterei mai di farli ma anche di mangiarli, sono molto golosa soprattutto di cose buone. Mi piace imparare e sperimentare cose nuove uso molto il lievito madre per i lievitati e di conseguenza lunghe lievitazione. Avendo anche 3 ragazzi devo sempre inventarmi qualcosa per accontentarli: dai primi piatti alla pizza; dai secondi  al fast food.