Prepensionamento a 60 anni: quando l’accesso e quali penalizzazioni

Pensione anticipata: quali sono i tempi di decorrenza e quali sono le eventuali penalizzazioni? Chiariamo i dubbi di una lettrice.

Le domande che ci arrivano sulle possibilità di pensionamenti sia nel pubblico che nel privato sono moltissime e molta è anche la preoccupazione sulle intenzioni del nuovo governo in ambito previdenziale. Una nostra lettrice ci chiede : Buonasera, Io sono una dipendente privata, che ha fatto finora come anni ho quasi 60 anni anagrafici e come contributi ne ho quasi 42 anni, quando potrò andare in pensione, ma andrei con il misto perché sono dipendente privata dal 1977, e mi hanno messo a posto con i libretti il 1/12/1977 e quindi andrei con il misto, ma se per caso dovesse cadere il governo, o è già caduto non si riesce a capire bene, quando potrò andare in pensione? E vengo penalizzata oppure no? Io sono una donna nata a Torino il 9/10/1959. La ringrazio per la sua gentile risposta che mi potrà dare

Pensione anticipata e penalizzazioni

Partendo dal presupposto che il nuovo Governo (visto che la crisi ha portato allo scioglimento del primo governo Conte), che dovrebbe nascere dall’alleanza di Pd con Movimento 5 Stelle e che dovrebbe avere come Presidente del Consiglio di nuovo Giuseppe Conte, dovrebbe insediarsi già dalla prossima settimana. 

Da quello che si è compreso dalle prime bozze del programma di governo non dovrebbero esserci sostanziali modifiche alle attuali misure di pensionamento (non si parla neanche della temuta abolizione della quota 100 che molti avevano prospettato). 

La pensione anticipata legge Fornero, cui si accede con 41 anni e 10 mesi di contributi per le donne e 42 anni e 10 mesi per gli uomini, non è mai stata a rischio essendo una misura ormai in vigore dal 2012, anno in cui prese il posto della pensione di anzianità.

Nel caso della nostra lettrice, quindi, alla maturazione dei 41 anni e 10 mesi, indipendentemente dalle sorti del governo, acquisirà il diritto all’accesso alla pensione anticipata. Ci sarà, poi, un attesa di 3 mesi per la decorrenza della pensione che potrà decidere se lavorare o meno (se decide di non lavorare per i 3 mesi di finestra di attesa non avrà diritto nè allo stipendio nè alla pensione). 

Quando potrà andare in pensione? Alla maturazione dei 41 anni e 10 mesi più 3 mesi di attesa. Non so dirle la data precisa poichè non mi specifica con precisione quanti contributi ha. In ogni caso, essendo vicina ai 42 anni di contributi, per avere liquidazione della pensione quanto prima le consiglio di presentare domanda di pensione anticipata fin da subito visto che per essere accolta occorrono dai 4 ai 6 mesi.

La tranquillizzo anche sulle penalizzazioni: la pensione anticipata non prevede tagli o decurtazioni dall’assegno pensionistico che sarà, quindi, calcolato sull’intero montante contributivo con sistema misto.

Per approfondire leggi anche: Penalizzazioni pensione: vediamo di cosa si parla


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp
Per una risposta dei nostri esperti scrivi a consulenze@notizieora.it
I nostri esperti risponderanno alle domande in base alla loro rilevanza e all'originalità del quesito, rispetto alle risposte già inserite in archivio.

Patrizia Del Pidio

Giornalista pubblicista, oltre ad essere proprietaria e autrice presso Notizieora.it, collaboro da anni con la testata Orizzontescuola.it. Scrivere è da sempre la mia passione e farlo come professione è stata la realizzazione di un sogno. Esperta di fiscalità e pensioni mi piace rispondere ai quesiti che i miei lettori quotidianamente mi inviano per fare in modo che, nel mio piccolo, la burocrazia possa essere più facile e alla portata di tutti.