Prepensionamento per invalido con assegno di invalidità: le possibilità

Vediamo le possibilità di accesso alla pensione di vecchiaia anticipata per lavoratori invalidi con percentuale pari o superiore all’80%.

La possibilità più vantaggiosa di pensionamento per i dipendenti del settore privato che hanno un’invalidità superiore all’80% resta la pensione di vecchiaia anticipata per lavoratori invalidi, ma essendo una prestazione non troppo conosciuta non sempre viene sfruttata ed utilizzata. Ricordiamo, inoltre, che i titolari di assegno ordinario di invalidità, poi, non possono accedere alla pensione anticipata ma soltanto a quella di vecchiaia. Cerchiamo, quindi, di capire quali possibilità di pensionamento ha un lavoratore con invalidità.

Prepensionamento ed invalidità

Diversi lettori ci scrivono:

  1. Dottoressa buonasera sono un invalido con 85% usufruisco della pensione IO ho 30anni di contributi consideri che sono poliomielitico sin dall’infanzia mi chiedo se posso usufruire il prepensionamento anticipato dato che non riesco più a lavorare come una volta sono di anni 57 grazie x la sua grande disponibilità mi scusi x il disturbo buonasera
  2. Spett. le notizie ora ho quasi 61 anni e 37 di contributi una invalidita dell’80 %affetto da parkinson, operaio metalmeccanico di recente, esattamente a giugno dopo visita mi e stata riconosciuta l’indennita ordinaria di invalidita nel mese di luglio l’azienda con lettera informativa ai sindacati e all’unione industriali di Bari comunicava l’intenzione di ridurre il personale di 26 unita su 48 dipendenti per ridotto lavoro e crisi aziendale, dopo un incontro sindacale si e passato a un contratto di solidarietà per un anno dopo scatterà il licenziamento. Come posso uscire dal mondo del lavoro visto che non posso accedere a quota 100 se rimanesse usufruendo della indennità, data la mia eta e tutto il resto rimarrei disoccupato il prossimo anno. Grazie
  3. Perché è in che modo si può andare in pensione di vecchiaia con 80/100?
  4. Salve vorrei un informazione, mi hanno riconosciuti la invalidità 100%ho 40 di contributi e 58 anni di età. Se faccio domanda di pensione con quale calcolo mi mandano in pensione.
  5. Buongiorno ho 23 anni di contribuzione e invalidità  al 100% nel 2015 per giustificato motivo oggettivo la mia azienda mi ha licenziato che possibilità  ho di andare in pensione visto che ho 60 anni . Grazie per la risposta.

Come abbiamo anticipato per i lavoratori invalidi con percentuale superiore all’80%, se impiegati nel settore privato, vi è la possibilità di accedere alla pensione di vecchiaia anticipata che richiede un minimo di 20 anni di contributi e con un’età di 61 anni per gli uomini e 56 anni per le donne.

1) Con 30 anni di contributi e un’invalidità all’85% può chiedere l’accesso alla pensione di vecchiaia anticipata al compimento dei 61 anni tenendo presente, però che la decorrenza della pensione sarà soltanto 12 mesi dopo il compimento dei 61 anni. Purtroppo essendo titolare dell’assegno ordinario di invalidità, questa è l’unica alternativa al pensionamento a 67 anni.

2)Potrebbe presentare domanda per accedere alla pensione di vecchiaia anticipata avendo un’invalidità all’80%. la pensione avrebbe decorrenza dai 62 anni ma con quello che mi ha scritto potrebbe arrivare al pensionamento senza alcun problema. Unica cosa deve sottoporsi a visita medica presso commissione ASL per certificare invalidità pensionabile prima della domanda di pensione.

3)Per sapere tutto sulla pensione di vecchiaia che spetta agli invalidi con percentuale dell’80% può leggere il seguente articolo: Pensione di vecchiaia anticipata per invalidi: a chi spetta? Requisiti e domanda

4)Non sepcifica se è uomo o donna. In ogni caso può accedere alla pensione di vecchiaia anticipata che richiede un minimo di 20 anni di contributi. Se è uomo potrà presentare richiesta al compimento dei 61 anni, se è donna la può presentare fin da ora, essendo richiesti per le donne 56 anni. In ogni caso se è percettore di assegno ordinario di invalidità non può accedere a pensione anticipata, se, invece, non percepisce assegno ordinario di invalidità può accedere alla pensione anticipata alla maturazione dei 41 anni e 10 mesi di contributi se è donna (ma in quel caso le conviene la pensione di vecchiaia anticipata subito) o alla maturazione dei 42 anni e 10 mesi di contributi se è uomo. Il calcolo della pensione, in ogni caso, sarà misto.

5) Come sopra non specifica se è uomo o donna. Se è donna può fare domanda fin da subito per la pensione di vecchiaia anticipata con decorrenza immediata, se è uomo, invece dovrà attendere il compimento dei 61 anni e la finestra i 12 mesi per la decorrenza del trattamento pensionistico.

Per essere sempre aggiornati, seguiteci su: Facebook – Twitter – Gnews – Instragram – Pinterest e WhatsApp al numero +39 3515397062

Per una risposta dei nostri esperti scrivi a consulenze@notizieora.it
I nostri esperti risponderanno alle domande in base alla loro rilevanza e all'originalità del quesito, rispetto alle risposte già inserite in archivio.

Patrizia Del Pidio

Sono attualmente direttrice responsabile della testata online Investireoggi.it e collaboro da anni con la testata Orizzontescuola.it.Scrivere è da sempre la mia passione e farlo come professione è stata la realizzazione di un sogno. Esperta di fiscalità e pensioni mi piace rispondere ai quesiti che i miei lettori quotidianamente mi inviano per fare in modo che, nel mio piccolo, la burocrazia possa essere più facile e alla portata di tutti.