Pressione bassa: valori, sintomi e rimedi dell’ipotensione

La pressione bassa è un sintomo molto frequente d’estate: ecco come prevenirla e a cosa fare attenzione.

In estate è molto frequente soffrire di sintomi legati al l’ipotensione (pressione bassa), possiamo capire e vedere quali possono essere i rimedi per contrastarla efficacemente. La pressione è la forza esercitata sulle pareti arteriose, del sangue, e viene misurata attraverso due valori, la pressione sistolica, che viene rilevata al battito del cuore, e la pressione diastolica, quella che si misura tra un battito e l’altro. Normalmente, per un adulto, i valori sono considerati normali sono 120/80 mmHg, si soffre di ipotensione se i valori sono minori di 90/60 mmHg.

Sintomi e variazione della pressione bassa

In molti casi, ci si preoccupa della pressione bassa solo quando si manifestano i sintomi, che sono: capogiri, nausea, vista annebbiata, forte spossatezza fino alla perdita dei sensi. La pressione arteriosa può cambiare durante la giornata, abbassando durante le ore del sonno alzandosi poi al risveglio. Aumenta anche in situazioni di stress emotivo o fisico, tipo come un’attività sportiva. In questi casi il nostro corpo, attiva alcune cellule molto particolari delle arterie che riescono a percepire l’aumento o la diminuzione della pressione, inducendo l’organismo alla normalità.

Le cause dell’ipotensione e i suoi rimedi

L’ipotensione può avere diversa natura, dall’assunzione di alcol all’utilizzo di farmaci come diuretici, antidolorifici, ansiolitici, antidepressivi, antipertensivi. La pressione può calare anche quando ci si alza repentinamente.

In questo caso parliamo di ipotensione ortostatica, riguarda l’aumento del flusso sanguigno nella zona gastro-intestinale che sottrae sangue agli altri organi provocando diminuzione della pressione arteriosa sistemica. Improvvisi abbassamenti di pressione possono provocare una riduzione del flusso sanguigno verso il cervello sfociano in episodi di svenimento, che possono risultare gravi, provocando cadute improvvise a terra e ulteriori danni.

Poi abbiamo l’ipotensione neuromediata, riguarda i bambini e i più giovani. In questi casi di ipotensione, uno dei rimedi è bere molti liquidi, non cambiare velocemente posizione, non bere alcol. Nel caso di ipotensione ortostatica sarebbe utile abbassare le dosi dei farmaci assunti o sostituirli. Nel caso di ipotensione neuromediata bisogna evitare di stare molto tempo in piedi e aumentare l’assunzione di sale.

Leggi anche: Pressione alta? Eliminare zuccheri e carboidrati

 


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp