Prestito agevolato con pensione di invalidità e legge 104

Prestito agevolato solo con la pensione di invalidità e legge 104, quale procedura bisogna seguire per ottenerlo? Tutte le risposte e le possibilità di prestito.

Come ottenere un prestito agevolato con la sola pensione di invalidità. Sappiamo chela pensione di invalidità non è cedibile e quindi per ottenere un prestito ci sono due strade da seguire, molto dipende anche dall’età del richiedente e dalle patologie invalidanti. Cerchiamo di capire quale strada percorrere per poter ottenere un prestito agevolato. 

Prestito agevolato con pensione di invalidità

Un lettore ci scrive: “Salve, mi chiamo Valentina, sono invalida 100% e percepisco una pensione di invalidità più accompagnamento.

Avrei bisogno delle informazioni per un prestito con la pensione di invalidità civile per acquisto di una macchina , come reddito sarebbe solo la pensione , quale sarebbero le procedure per accedere ad un finanziamento”.

Le persone con invalidità possono accedere ad un prestito agevolato se rientrano in determinati requisiti. Nello specifico è richiesto che a coloro che percepiscono: pensione di invalidità, assegno mensile e indennità di accompagnamento. Da chiarire che chi percepisce solo l’invalidità civile non può accedere a questo aiuto economico. Nel suo caso percependo la pensione di invalidità lei può accedere al prestito agevolato Inps 

Prestito agevolato Inps 

La procedura del prestito agevolato Inps si divide in due modalità:

  • cessione del quinto;
  • cessione di un quinto della pensione di invalidità.

Bisogna chiarire che la pensione di invalidità non è cedibile, quindi per poter accedere alla cessione del quinto, bisogna avere un ulteriore reddito  che può essere: uno stipendio, pensione di reversibilità, pensione di vecchiaia, ecc. Queste sono pensioni che possono essere cedue e quindi è possibile utilizzare la garanzia. 

Per la convenienza e le tipologie di prestito, consigliamo di leggere la nostra guida: Prestito agevolato Inps per invalidi civili e legge 104: ecco come ottenerlo

Cessione di un quinto della pensione di invalidità

Nel caso il pensionato non ha altre forme di reddito oltre la pensione di invaldità può ricorrere ad un semplice prestito mediante la cessione di un quinto della pensione di invalidità. 

Per richiedere un prestito sulla propria pensione di invalidità, come nel suo caso, le consiglio di rivolgersi ad un istituto bancario, dando in garanzia la sua pensione di invalidità, sicuramente le faranno stipulare una polizza assicurativa a copertura del prestito contratto. L’erogazione del prestito dipende da due fattori molto importanti: dall’età del richiedente e dalla patologia invalidante. 

Riepilogando, se ha già una banca di fiducia, chieda a loro come fare per contrarre un prestito agevolato con la garanzia della pensione di invalidità.  


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp
Per una risposta dei nostri esperti scrivi a consulenze@notizieora.it
I nostri esperti risponderanno alle domande in base alla loro rilevanza e all'originalità del quesito, rispetto alle risposte già inserite in archivio.

Angelina Tortora

Giornalista pubblicista, amministratore e autrice presso Notizieora.it. Ragioniera commercialista e revisore legale iscritta all'albo. Ha collaborato per molti anni con il Caf Tutela Fiscale e con la testata Investireoggi.it area Fisco e previdenza. Scrivere è passione, è vita, mi accompagna da quando ero bambina. Attraverso la scrittura posso comunicare notizie, idee e soprattutto aiutare gli altri. In un mondo dove tutto va all’incontrario, e dove tutto è confusione, il mio obiettivo è quello di diffondere notizie che aiutino. NotizieOra rappresenta la realizzazione di un sogno, dove esprimersi è libertà, è passione. “Solo attraverso la scrittura possiamo avere notizia di uomini che ci hanno preceduto e scoprire in cosa si sono distinti. E, come i classici insegnano, se si ha memoria di qualcuno, se ne protrae l’esistenza.”