Prete furibondo con le spose: quasi nude al matrimonio

Un prete della bellissima Sicilia pubblica sul suo profilo Facebook la volontà di non celebrare alcun matrimonio qualora la sposa si presentasse troppo scollata e quasi nuda.

Il giorno del matrimonio è per antonomasia il giorno più atteso dalle persone, in particolare dalle donne perché potranno finalmente indossare quel vestito bianco, sentirsi una principessa, sentirsi le più belle in assoluto. Nulla da togliere al rito e all’occasione in se, ma tutte le donne sognano di essere delle spose bellissime indossando un vestito ampio o a sirena, col trucco perfetto e sbalordire l’uomo alla quale stanno per giurare amore eterno. Eppure, purtroppo, il matrimonio è cambiato. Certo, non ci stiamo riferendo alla differenza tra matrimonio civile e matrimonio religioso, sono comuqnue due riti molto importanti e con una data considerazione. Ma ci riferiamo agli usi e costumi che sono molto cambiati. Iniziamo proprio dal vestito delle spose: si è passati da un vestito casto e pudico ad un totale stravolgimento del ruolo e del costume della sposa. E’ vero, ognuno può mettersi quel che si vuole, ma non bisogna mai dimenticare di avere rispetto in un luogo sacro come la chiesa e in un luogo di una certa importanza come il comune. A presentare delle lamentele ci ha pensato un prete che non le manda di certo a dire alle spose del nuovo millennio.

Prete sicialiano furioso con le spose: “troppo scollate!”

Il parroco in questione arriva dalla bella Sicilia, e il suo nome è  Antonio Nuara.

Il prete, come abbiamo detto, non le manda certo a dire e dal suo profilo Facebook mostra il suo disappunto con un post in cui critica tutte quelle spose che al matrimonio si presentano quasi nude.

Le sue parole sono semplici e coincise, arrivano dritte al punto: semplicemente il prete dice un bel no alle spose troppo scollate che si presentano in un luogo sacro come la chiesa di Dio.

Il prete ha poi continuato con un gesto di riscatto, quasi di rivoluzione: dirà no ad ogni sposa che intende sposarsi con un abito troppo scollato, troppo succinto.

In un’intervista fattagli subito dopo il post il padre si difende dalle accuse e dalle critiche dicendo che lui ama l’arte e considera il corpo della donna arte stessa, ma ritiene che si possa essere eleganti senza esagerare per forza.

 

Leggi anche:

Scienza: il divorzio è assicurato se spendi tanto per il tuo matrimonio, perché?


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instragram - Pinterest - Youtube

Katia Russo

Sono Katia, ho 21 anni e sono una studentessa di Lettere Moderne. Fin da piccola la scrittura e la lettura mi hanno sempre affascinato, e crescendo, ho iniziato ad interessarmi di cinema e di arte. Sono una grande curiosona e mi piace trasmettere qualsiasi informazione utile.