Primi due anni di vita del bambino: è in questi giorni che si costruisce la sua personalità

Uno studio del Bambino Gesù di Roma ha dimostrato quanto siano fondamentali il comportamento e le abitudini dei genitori nei primi mille giorni di vita del bambino. Lo studio dimostra come, è in questa delicata fase, che si costruisce la sua personalità. Ecco quali accorgimenti possono incidere positivamente sulla sua vita futura.

Primi due anni di vita del bambino: dal concepimento il bambino riceve degli stimoli. Fino al compimento circa dei due anni, il modo in cui i genitori educano i propri figli è fondamentale. E’ in questi mille giorni o poco più, che si costruisce la personalità di un futuro adulto.

Primi due anni di vita del bambino: la teoria dei 1000 giorni

Sui primi due anni di vita del bambino è stato pubblicato un magazine multimediale dell’Istituto per la Salute dell’Ospedale Bambino Gesù. Si tratta di uno studio che vuole evidenziare comportamento positivi ed abitudini scorrette per la vita di un bambino. Si tratta di un’interessante lettura di circa una trentina di pagine che fornisce utilissimi consigli per influenzare in maniera positiva lo stile di vita del bambino; il tutto partendo proprio dal concepimento. Tanto per fare un esempio, è fondamentale per la donna continuare a fare attività fisica anche durante i nove mesi che precedono il parto. Anche solo trenta minuti di camminata veloce al giorno, possono fare la differenza.

Primi due anni di vita del bambino: lo studio da Roma

Sui primi due anni di vita del bambino si dice, poi, che i comportamenti incidono fortemente sul bambino in questa fase. Durante i primi mille giorni di vita, l’organismo del nascituro si sta ancora formando ed è estremamente più duttile. Per questo motivo, le corrette abitudini possono essere determinanti. Nel magazine, ad esempio, si consiglia di non assumere mai farmaci senza un preventivo consulto medico, di evitare quanto più possibile stati di panico, ansia e stress. E’ fondamentale ricorrere all’acido folico per la crescita sana del feto. Anche l’alimentazione è fondamentale e lo schema alimentare più fausto, riportato dal magazine, è quello della dieta mediterranea, in grado di apportare tutti i nutrienti necessari al bambino.

Ed il papà come influenza la crescita del bambino?

Nei primi due anni di vita del bambino non è solo il comportamento della mamma ad essere fondamentale. Anche le abitudini del papà vanno strettamente calibrate, specie nella delicata fase che precede il concepimento. Non bisogna infatti abusare di alcool, fumo e di droghe che avrebbero come effetto solo quello di incidere in modo negativo sulla salute del bambino. Anche durante il post-parto è fondamentale il comportamento del papà: la sua partecipazione alla vita familiare rafforza il legame tra i due e contribuisce a sviluppare un clima sereno all’interno del quale poter impiantare la crescita del bambino.


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp

Giulia Curiale

Penso che scrivere sia il modo più immediato per far conoscere se stessi agli altri, per poter mettere a nudo le proprie emozioni o i propri pensieri. Scrivere vuol dire comunicare attraverso un canale a sè, unico e, per questo, speciale. Sono Giulia, ho 25 anni e sono laureata in Giurisprudenza. Amo l'healthy food, la vita salutare, lo sport, ma la mia curiosità mi spinge a interessami praticamente ad ogni aspetto più svariato. Scrivo, perchè scrivere è un'esigenza!