Prospettive dopo il termine della disoccupazione: quali possono essere?

Cosa può fare chi ha la Naspi in scadenza a breve e non ha speranze di trovare un nuovo lavoro a causa dell’età avanzata? Vediamo quali sono le possibilità.

Per chi perde il lavoro in età avanzate le prospettive non sono mai state molto rosee. Se poi la perdita del lavoro e la conseguente scadenza della Naspi giunge in un periodo critico come quello che stiamo vivendo il panico è più che giustificato. Prospettive di trovare un nuovo lavoro, infatti, sono ancora più scarse visto che la maggior parte delle aziende ha collocato i propri dipendenti in cassa integrazione e le attività produttive sono realmente ridotte all’osso.

Cosa fare al termine della Naspi?

Un lettore, molto preoccupato, scrive per raccontare la sua delicata situazione e chiedere un consiglio:

Gentilissimi,
sono un disoccupato di 56 e sto percependo la disoccupazione come ex lavoratore subordinato.
Quest’ultima finirà di essere erogata a settembre prossimo. In tutto questo mi sto separando da mia moglie.
Considerata la mia età e la difficoltà di trovare ancora lavoro sono terrorizzato e nel panico.
A cosa posso aver diritto? Cosa posso fare?
In attesa di vostre notizie, vi saluto cordialmente.

Purtroppo non ci sono moltissime strade da intraprendere al termine della Naspi, soprattutto se non si è maturato un diritto alla pensione. Lei non specifica quanti anni di contributi ha maturato e, quindi, non posso dirle neanche quanti anni potrebbero separarla dalla quiescenza.

In ogni caso, anche se non ci conto molto, se lo stato di emergenza dovesse in qualche modo continuare a prolungarsi, potrebbe essere che intervenga anche per le Naspi in scadenza il prossimo settembre possano essere prorogate (attualmente il decreto Agosto sta prorogando di due mesi quelle in scadenza fino al 30 giugno).

Quello che appare certo al momento è che l’esecutivo non intende lasciare indietro nessuno e sta cercando di erogare bonus e sussidi a tutti coloro che ne hanno bisogno.

In ogni caso, nella peggiore delle ipotesi se resta senza reddito potrebbe richiedere il reddito di cittadinanza integrando la sua DSU con l’ISEE corrente in cui risulti il termine della Naspi (e che quindi non vada a basarsi sui redditi prodotti nel 2018, quando sicuramente ancora lavorava).


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp
Per una risposta dei nostri esperti scrivi a consulenze@notizieora.it
I nostri esperti risponderanno alle domande in base alla loro rilevanza e all'originalità del quesito, rispetto alle risposte già inserite in archivio.

Patrizia Del Pidio

Giornalista pubblicista, oltre ad essere proprietaria e autrice presso Notizieora.it, collaboro da anni con la testata Orizzontescuola.it. Scrivere è da sempre la mia passione e farlo come professione è stata la realizzazione di un sogno. Esperta di fiscalità e pensioni mi piace rispondere ai quesiti che i miei lettori quotidianamente mi inviano per fare in modo che, nel mio piccolo, la burocrazia possa essere più facile e alla portata di tutti.