Proteine buone: come inserirle nel modo corretto nella propria dieta

Se assunte nelle giuste dosi e nel modo corretto, le proteine possono permetterci di perdere anche 5 chili al mese.

Le proteine buone sono maggiormente contenute in alimenti come la carne, il pesce, le verdure e i legumi. La dieta delle proteine buone, infatti, si basa proprio su una perfetta combo degli alimenti summenzionati. L’obiettivo che si vuole raggiungere con la dieta delle proteine buone è che il corpo possa attingere alle riserve di glucosio; non a caso, la dieta chetogenica ne costituisce l’esempio principale.

Proteine: il “cinque” è il numero perfetto

Cinque chili al mese, mangiando cinque pasti al giorno proteici. Uno dei maggiori vantaggi di questa tipologia di diete è proprio la velocità. La dieta delle proteine buone consente, infatti, di ottenere una buona perdita di peso ed in poco tempo.

Particolarmente adatta anche a chi si trova ad uscire da poco da una gravidanza, la dieta si compone di cinque pasti principali: colazione, pranzo, cena e due spuntini. I carboidrati vengono limitati ad un solo giorno della settimana (a meno che non siano integrali) e la colazione diviene il pasto principale.

Una giornata tipo della dieta delle proteine buone:

La colazione dovrebbe essere il pasto maggiormente proteico. L’ideale sarebbe il consumo dell’avena, un cereale integrale particolarmente adatto a sostituire i comuni “cereali” fitness, sempre troppo zuccherati. In alternativa, è possibile consumare qualche fetta biscottata con la propria marmellata preferita o dello yogurt, meglio se greco. Può essere integrato, nel corso della settimana, qualche lampone o mirtillo oppure della frutta secca.

I due spuntini devono essere preferibilmente a base di frutta. A pranzo niente di meglio di carne con un contorno di verdure e, per cena, della fesa di tacchino con un contorno di insalata di fagiolini. Si tratta di alimenti ricchi di proteine buone!

Attenzione allo sport e all’assunzione costante di acqua:

I risultati sono strettamente connessi all’attività fisica di cui il nostro organismo abbisogna. Si tratta di fattori fortemente soggettivi, per i quali è consigliabile essere seguiti da specialisti. Le proteine e lo sport, poi, vanno abbinati al consumo costante di almeno due litri di acqua al giorno, per mantenere il corpo idratato.

Le proteine vegane permettono, anche a chi ha preferenze od esigenze in tal senso, di non rinunciate ai benefici della dieta delle proteine buone. Sono vietati i dolci, i fritti e gli alimenti ad alto contenuto di carboidrati (come il riso o le patate). Non resta quindi che sperimentare prima della prova costume!

 


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp

Giulia Curiale

Penso che scrivere sia il modo più immediato per far conoscere se stessi agli altri, per poter mettere a nudo le proprie emozioni o i propri pensieri. Scrivere vuol dire comunicare attraverso un canale a sè, unico e, per questo, speciale. Sono Giulia, ho 25 anni e sono laureata in Giurisprudenza. Amo l'healthy food, la vita salutare, lo sport, ma la mia curiosità mi spinge a interessami praticamente ad ogni aspetto più svariato. Scrivo, perchè scrivere è un'esigenza!