Prurito costante sul nostro corpo: quali sono le possibili cause?

Molto spesso iniziamo a grattarci a causa di un prurito costante in alcune zone del corpo. Ma quali sono le cause che si nascondono sotto?

Spesso si arriva a soffrire il prurito in diverse parti del nostro corpo, e non riusciamo a capire quale sia esattamente la causa. Non bisogna mai sottovalutare un fastidio del genere, in quando, molte volte accade che il prurito nasconde delle problematiche diverse tra di loro per gravità. Vediamo quali possono essere.

Perché il prurito: ecco quali sono le possibili cause

Le più classiche: allergie e dermatiti

Sicuramente sono le due cause più comuni, visto che è l’irritazione della pelle che può provocare prurito.

Questa reazione allergica può provenire a causa del calore eccessivo, punture di insetto, reazioni a prodotti chimici, polvere o pelo di animali e alimenti.

Per quanto riguarda le dermatiti, sono comuni quella seborroica, la cui più conosciuta è la forfora, che si presenta sul cuoio capelluto, e la psoriasi. Esse possono portare anche delle bolle, arrossamento e desquamazione.

In tal caso, è importante conoscere i precedenti di allergie, allontanarsi dall’agente responsabile e rivolgersi a un dermatologo.

Attenzione ai reni

Se si verifica una situazione di prurito intenso in tutto il corpo, allora esso può essere segnale di malattie renali croniche o avanzate.

Si può arrivare anche ad una situazione in cui la persona interessata si svegli in piena notte per grattarsi.

In tal caso non ancora si è arrivati a capire quale sia la vera causa, ma gli studiosi sospettano che possa essere dovuto all’accumulo di tossine nell’organismo, il che avviene quando i reni non riescono ad eliminare i residui dal flusso sanguigno.

Problemi epatici

Qui il prurito si mostra come segnale precoce di qualche infezione del fegato. Quando esso non funziona come dovrebbe, per disintossicare l’organismo, alcune sostanze come gli acidi biliari possono provocare effetti secondari indesiderati.

Per potersi curare si ha bisogno di farmaci che hanno la funzione di inibire l’assorbimento di queste sostanze.

Può essere la tiroide

L’ipertiroidismo e l’ipotiroidismo arrivano a rendere secca la nostra pelle.

Infatti, alcuni studi indicano che il motivo è rappresentato dai cambiamenti nelle ghiandole sudoripare, anche se non ancora si conoscono le cause esatte.

Il peggiore dei mali: il cancro

Non vogliamo farvi preoccupare inutilmente, ma spesso il prurito è una prima forma di linfoma.

Questo accade perché tale problema nel sangue provoca un’infiammazione come risposta ad un’infezione, il che comporta prurito. Ma il prurito può anche essere un segnale di allarme del cancro al seno.

La malattia di Paget del capezzolo, un raro tipo di cancro al seno, presenta come sintomi arrossamento, desquamazione e prurito del capezzolo e dell’areola.

La menopausa

Questo è il momento della vita in cui ci sono altri cambiamenti nel corpo della donna, inclusa la secchezza della pelle a causa di molti cambiamenti ormonali.

Infatti, gli estrogeni bassi provocano la diminuzione del collagene, il quale arriva a togliere alla pelle la sua naturale umidità.

Vi consigliamo di applicare oli e creme idratanti per idratare e alleviare il prurito.

Una bella notizia: la gravidanza

Questa sarebbe davvero una bella notizia!

Non tutti sanno che alcune donne presentano eruzioni cutanee e prurito durante la gravidanza. Certo, è più facile che questo si verifiche all’addome, ma non esclude che possa presentarsi alle braccia e alle gambe.


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instragram - Pinterest - Youtube

Katia Russo

Sono Katia, ho 21 anni e sono una studentessa di Lettere Moderne. Fin da piccola la scrittura e la lettura mi hanno sempre affascinato, e crescendo, ho iniziato ad interessarmi di cinema e di arte. Sono una grande curiosona e mi piace trasmettere qualsiasi informazione utile.