PSA e Fiat Chrysler confermano un progetto di “fusione 50/50”

PSA e Fiat Chrysler hanno annunciato questo giovedì di aver concordato all’unanimità di attuare una fusione 50/50 delle attività

PSA e Fiat Chrysler hanno annunciato questo giovedì, in una dichiarazione congiunta, di aver “concordato all’unanimità di attuare una fusione 50/50 delle attività dei due gruppi “, al fine di creare una nuova entità che avrebbe sede nei Paesi Bassi. ” Gli azionisti di entrambi i gruppi deterranno rispettivamente il 50% del capitale della nuova entità e condivideranno equamente i frutti di questa fusione ” , afferma la nota.

PSA e Fiat Chrysler si uniscono

 Il consiglio di amministrazione sarebbe composto da 11 membri di cui 5 nominati da Fiat Chrysler (incluso John Elkann come presidente) e 5 da PSA. Carlos Tavares, attuale capo del produttore francese, sarebbe il direttore generale per un periodo iniziale di 5 anni e sarebbe stato anche membro del consiglio di amministrazione.

Questa fusione creerebbe il 4 ° più grande produttore al mondo con 8,7 milioni di veicoli prodotti ogni anno e un fatturato consolidato di quasi 170 miliardi di euro, dettaglia il rilascio. La fusione tra le case automobilistiche PSA e Fiat Chrysler sarà assicurata ” senza chiusura degli impianti ” assicurano le due società, rilevando che le sinergie annuali sono stimate in ” 3,7 miliardi di euro “. PSA ha anche indicato che separerà il suo 46% in Faurecia prima della fusione con il gruppo italo americano.

Bercy accoglie il progetto “favorevolmente”

Il ministro dell’economia francese, Bruno Le Maire, ha dichiarato di aver accolto ” favorevolmente ” la proposta fusione delle case automobilistiche PSA e Fiat Chrysler, ma lo Stato francese (azionista di PSA) rimarrà ” particolarmente vigile” sulla manutenzione dell’apparato industriale in Francia, secondo la dichiarazione di Bercy.

“Bruno Le Maire accoglie con favore l’avvio dei negoziati dei due gruppi, ma il governo sarà particolarmente vigile sulla conservazione dell’impronta industriale in Francia, sull’ubicazione dei centri decisionali e sulla conferma dell’impegno del nuovo gruppo sulla creazione di una catena industriale europea di batterie elettriche “, ha dettagliato il ministero.

Ti potrebbe interessare: Fiat Chrysler e Peugeot si uniscono? la clamorosa voce


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp