Psicologo delle cure primarie: si attende il parere delle Camere

Si tratta di una figura dal profilo certamente innovativo, quella dello psicologo delle cure primarie. La sua è la personalità di uno specialista che affiancherà i medici di base ed i pediatri, per consentire un monitoraggio gratuito del benessere psicologico dei pazienti.

Psicologo delle cure primarie: presentato disegno di legge, per il quale si attende l’approvazione da parte della Camera. Esso sarà istituito in ogni azienda sanitaria locale, se il disegno di legge riceverà l’approvazione definitiva.

Psicologo delle cure primarie: quali potrebbero essere le sue funzioni

Ha preso avvio dall’idea della Senatrice Paola Boldrini, il progetto che prevede l’istituzione dello psicologo delle cure primarie. Si era già tentata, a livello di singole Regioni, l’introduzione di questa nuova figura. Alcune regioni come la Puglia, la Calabria o l’Umbria si stavano già muovendo in questi termini. Il Ddl se approvato, invece, prevederà l’istituzione di questo professionista a livello interamente nazionale. Si tratta di un’idea nata dal desiderio di non trascurare un aspetto della salute degli individui, certamente meno fisco, ma comunque rilevante: il benessere psicologico. La sua importanza cresce ancora, dopo i disagi che la pandemia mondiale del Corona-virus ha arrecato agli italiani.

Psicologo delle cure primarie: verso la sua introduzione

Il consulto dello psicologo delle cure primarie sarà un servizio totalmente gratuito per gli italiani e che porterà all’assunzione di molti specialisti del settore; un settore certamente critico, quello della psicologia, che invece prossimamente potrà essere riguardato da un gran piano di assunzioni. L’idea potrebbe essere quella di coniugare il lavoro dei medici con quello degli psicologici, per agire a livello fisico e mentale contemporaneamente. Oppure, molto semplicemente, potrà essere il medico ad indirizzare il suo paziente verso le cure dello psicologo, qualora ne riscontrasse il bisogno. Il rapporto pare essere uno psicologo ogni cinque medici o pediatri di famiglia.

Il disegno di legge:

Il disegno di legge che, se approvato, potrebbe portare all’introduzione dello psicologo delle cure primarie, si compone di soli tre semplici articoli. Ancora si fatica, però, a trovarne una perfetta collocazione. Pare, infatti, che lo psicologo non sarà un dipendente del sistema sanitario nazionale. Quindi bisognerà attendere per capire come verrà regolata la figura. Una cosa è certa, la sua presenza pare essere necessaria specie dopo la pandemia e potrebbe essere motivo di svolta. Sono molti infatti i paesi che dispongono di una figura professionale simile e l’Italia non può peccare in questo senso.


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp

Giulia Curiale

Penso che scrivere sia il modo più immediato per far conoscere se stessi agli altri, per poter mettere a nudo le proprie emozioni o i propri pensieri. Scrivere vuol dire comunicare attraverso un canale a sè, unico e, per questo, speciale. Sono Giulia, ho 25 anni e sono laureata in Giurisprudenza. Amo l'healthy food, la vita salutare, lo sport, ma la mia curiosità mi spinge a interessami praticamente ad ogni aspetto più svariato. Scrivo, perchè scrivere è un'esigenza!