Pulire troppo la casa a volte non è positivo: si va ad incentivare l’asma nei bambini

Attenzione a non pulire troppo casa, può causare asma ai bambini.

Lo dice uno studio, pulire troppo casa e fare uso eccessivo di detergenti, può provocare nei bambini asma e problemi respiratori. Per tutte le donne che non lavorano e sono in casa tutto il giorno, pulire casa è riconosciuto come un ottimo anti-stress, però poi se diventa un ossessione e vengono effettuate faccende domestiche troppo di frequente, possono portare anche a controindicazioni pericolose, in particolari per i bambini più piccoli al di sotto dei 4 anni.

Pulire troppo la casa può rilevarsi un problema per i più piccoli

Lo studio è stato condotto su più di 2mila famiglie con bambini nel nucleo familiare inferiore ai 4 anni e facendo molta attenzione a quali detergenti venivano usati per fare le pulizie domestiche.

Le 2mila famiglie sono state divise in due gruppi, in un gruppo è stato fatto in modo che si usassero detergenti e detersivi in modo ridotto, nell’altro gruppo dove si facevano pulizie maniacali si faceva uso molto corposo di detersivi e detergenti pulendo la casa più di frequente.

Il risultato è stato che dove si faceva uso di detergenti e detersivi in modo più massiccio, ci sono stati disturbi respiratori provocati ai bambini. Questo si è avuto anche perché i bambini sotto i 4 anni, non andando ancora a scuola, trascorrono gran parte delle giornate in casa e quindi la loro permanenza agli agenti chimici che respirano e alla pelle è più elevata.

In particolare bisogna fare attenzione a tutte quelle famiglie che usano con frequenza prodotti chimici che servono alla profumazione o peggio ancora chi usa gli spray. Gli studi hanno evidenziato come è stata riscontrata una maggiore probabilità di diagnosticare l’asma ai bambini nella misura del 37%, o respiro sibillante con una probabilità del 35%.

In sostanza è bene tenere la casa pulita e profumata, ma è vero anche che bisogna fare attenzione, specialmente se ci sono bambini in casa, ai prodotti che si usano e di usarli con moderazione.


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp