Quale scegliere: Mutuo o affitto?

Indeciso tra mutuo o affitto? Tranquillo non sei l’unico. In sintesi, analizzeremo cosa conviene fare, se acquistare una casa, oppure, pagare il canone per l’affitto.

Comprare una casa e stipulare un mutuo, oppure, scegliere di abitare in affitto, sembra una scelta facile, ma non sempre lo è. Si tratta di un quesito che interessa tante persone, la cui scelta spesso è influenzata dalle variabili economiche e sociali. In sintesi, una mini guida su cosa conviene di più tra mutuo e affitto.

Conviene acquistare casa stipulando un mutuo?

Partiamo dal concetto semplice che acquistando un appartamento, stiamo investendo parte del capitale che abbiamo a disposizione in beni immobili. Ora, tutto sommato potrebbe risultare un investimento poco vantaggioso se subentra un’imminente crisi immobiliare, oppure, poco fattibile se i costi del mutuo sono inaccessibili.

In sostanza, la scelta di acquistare casa, e di possedere qualcosa di sicuro, il più delle volte subisce le variabili dettate dal carico degli oneri legati alla stipula del mutuo come: tasse, imposte, fattura del notaio e così via. A questi importi va aggiunto l’anticipo da versare come caparra che si aggira intorno al 10-20%, più o meno del prezzo della casa. Resta da considerare che il più delle volte firmare un contratto di un mutuo, significa indebitarsi inevitabilmente per circa 30 o 40 anni.

Perché il mutuo è importante?

In ogni caso l’acquisto di una proprietà immobiliare, porta anche se a lungo tempo a disporre di un bene proprio. Si crea nella gestione dei risparmi una suddivisione per necessità. Da un lato si investe un capitale in un bene chiamato “casa”. Visto il più delle volte come il pagamento di un affitto che produce un beneficio. Di conseguenza, quello che può apparire come il peso mensile della rata del mutuo, diventa psicologicamente un sollievo, poiché ad esempio entro 30 anni il mutuo si estingue. Nel peggiore dei casi, la proprietà si può vendere, riscattando la cifra inizialmente sborsata. Da un punto fiscale, l’acquisto della prima casa consente detrarre gli interessi passivi del 19%.

Quanto conviene l’affitto?

In primis, non si versano i costi, quali:

  • spese di stipula contratto di mutuo;
  • anticipo 10-20% del valore della casa;
  • si azzerano i possibili rischi di un collasso immobiliare;
  • spese di manutenzione.

In più, bisogna considerare che per la stipula di un contratto di locazione, occorre versare solo una caparra legata all’importo del canone pattuito.


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp

Antonella Tortora

Analista Contabile, collaborato con diversi quotidiani online. Adoro scrivere, ogni notizia è degna di essere vissuta, raccontata, con cuore, emozione, passione. Raccontarle serve a renderle uniche, se non raccontate finirebbero nel labirinto del dimenticatoio. Resta un'unica verità ogni storia incorpora una piccola parte di me, che emerge in un angolino nascosto. Citazione preferita: “Il valore di una persona risiede in ciò che è capace di dare e non in ciò che è capace di prendere.” Albert Einstein