Quali sono le app che annullano le distanze con le videochiamate

Quali sono le migliori app per fare videochiamate o chiamate di gruppo o singole? Da Skype a WhatsApp, vediamo quali usano gli italiani.

Addio contatti ravvicinati almeno per un po’, addio baci, abbracci, uscite con gli amici, aperitivi e chiacchiere attorno ad una bella pizza. Questa è la situazione che stiamo vivendo e che saremo constretti a vivere ancora  fino al 3 aprile, sperando che non venga ulteriormente allungata. In questi giorni di totale quarantena tutti gli italiani cercano di mantenere i contatti come possono chiedendo aiuto a delle applicazioni che, oltre a permettere di stare a contatto con l’altro per un tempo illimitato, possono consentire anche di fare delle video chiamate. Vediamo quali sono queste applicazioni.

Le app più usate dagli italiani per le videochiamate durante la quarantena

Iniziamo dall’applicazione più trasversale di tutti: WhatsApp, la quale permette non solo di condividere foto, video, musiche, file e link di ogni tipo, ma anche di fare chiamate e videochiamate senza problemi di costo o di tempo.

E’ possibile fare chiamate o videochiamate anche di gruppo, ma solo sul cellulare: infatti tale funzione non è possibile sul pc.

Passiamo poi a Skype, un po’ più vecchiotto rispetto alla piattaforma di messaggistica verde, ma che lo ha sicuramente anticipato in fatto di messaggi, chiamate online e videochiamate.

Anch’essa è un’app totalmente gratuita, usata soprattutto per motivi di lavoro, utilizzabile sia sul pc che sul proprio cellulare.

Con Skype si possono fare video chiamate singole o di gruppo, oltre alla condivisione dello schermo e registare tutta la conversazione.

C’è poi Hangouts, un’altra app che permette di fare videochiamate singole o con un gruppo di massimo 10 persone.

Essa è disponbile per chi ha  Windows,  MacOS, ma anche con dispositivi come Android e iOS. Anch’essa è molto usata soprattutto in ambito lavorativo.

C’è poi Signal, la più giovane delle tre di prima. Tale app è più siura da un punto di vista della privacy, permettendo la protezione non solo delle conversazioni video, ma anche dei messaggi, diventando un osso duro per gli hacker.

 

Leggi anche:

Come prevenire e gestire il Coronavirus con le app di Google


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp

Katia Russo

Sono Katia, ho 21 anni e sono una studentessa di Lettere Moderne. Fin da piccola la scrittura e la lettura mi hanno sempre affascinato, e crescendo, ho iniziato ad interessarmi di cinema e di arte. Sono una grande curiosona e mi piace trasmettere qualsiasi informazione utile.