Quando andrò in pensione anticipata? La domanda di chi ha 41 e 42 anni di contributi nel 2018

Quando andrò in pensione? La domanda che tutti gli italiani ormai si pongono…

Quanti sono gli uomini e le donne che nel 2018 sfiorano la possibilità di accedere alla pensione anticipata e per pochi mesi la vedono sfumare verso il 2019?

Purtroppo sono molti.

Per le donne che raggiungeranno i fatidici 41 anni e 10 mesi dal 1 gennaio 2019 e per gli uomini che matureranno i 42 anni e 10 mesi nel prossimo anno la brutta notizia è che si dovrà lavorare 5 mesi in più e aggiungere a quel tanto atteso obbiettivo ulteriori 5 mesi di lavoro grazie a quella che probabilmente è diventata la riforma previdenziale più odiata d’Italia: la Legge Fornero che ha imposto questo aumento dell’età pensionabile di 5 mesi a partire dal 1 gennaio 2019 per l’adeguamento alla speranza di vita Istat.

Pensionarsi nel 2018, c’è qualche appiglio?

PensioneL’unico appiglio che ci viene da consigliare è: siete sicuri di aver considerato ogni periodo che potevate considerare? Riscattato l’anno di leva per gli uomini? (tranquilli è gratuito) Riscattate eventuali gravidanze al di fuori del rapporto di lavoro che offrono contributi figurativi gratuiti?

Avete la legge 104, sapete che per i permessi 104 è possibile, a richiesta, l’accredito dei contributi figurativi? Avete l’invalidità? Sapete che per ogni anno lavorato da invalidi vi spettano 2 mesi di maggiorazione contributiva che dovete, però richiedere all’Inps? Insomma, prendete in considerazione tutto e cercate di capire se potete in qualche modo andare in pensione entro il 31 dicembre 2018 evitando l’aumento dei 5 mesi di contributi.

Leggi anche: Pensione anticipata: versare i contributi che mancano tutti insieme? Ecco quando è possibile

Per essere sempre aggiornati, seguiteci su: Facebook – Twitter – Gnews – Instragram – Pinterest e WhatsApp al numero +39 3515397062

Redazione NotizieOra

Articoli redatti dai nostri esperti di Fisco, diritto ed economia.